Il Torturatore: il nuovo thriller di Mark Allen Smith

di Guy Pizzinelli 

Torna uno dei personaggi più originali apparsi di recente sulla scena thriller: Geiger, il torturatore di professione

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Freddo, senza emozioni, misterioso, Geiger è Il Torturatore, conosciuto da tutti per i suoi metodi persuasivi nel fare parlare le persone ed estorcere loro scottanti verità. La sua è un'abilità innata: Geiger sa riconoscere una menzogna nell'attimo stesso in cui la sente pronunciare e per questo è il miglior professionista in grado di ottenere informazioni senza fare uso di violenza fisica, ma solo psicologica. Dopo l'incontro inaspettato con un bambino al centro di una drammatica vicenda, qualcosa in lui si spezza. La mente di Geiger perde il suo leggendario controllo, schiudendosi a un flusso inarrestabile di ricordi che lo destabilizzano profondamente. Ed è a questo punto che l'uomo decide di sparire senza lasciare tracce, nascondendosi in un luogo segreto. C'è chi lo crede morto, ma il suo corpo non viene mai ritrovato e sono in molti a cercarlo, primo tra tutti il suo fidato socio in affari, Harry Boddicker, ma anche il sadico Dalton, suo acerrimo e temibile rivale, per il quale è giunto il momento di vendicarsi e fare tacere per sempre Geiger.

Da oltre vent'anni sceneggiatore per il cinema, esperto di giornalismo investigativo per il suo ruolo di produttore e regista di programmi televisivi d'inchiesta, il newyorchese Mark Allen Smith torna questo mese in libreria con il sequel de L'inquisitore, (edito da Mondadori).
"Questo sarà il thriller più originale della stagione. Ne sentirete parlare a lungo", ne ha scritto Publishers Weekly.
Geiger è un personaggio singolarissimo e degno di essere scoperto: il primo libro, L'inquisitore, lo vedeva al lavoro per la "Information Retrieval" e lo metteva di fronte al suo principale tabù: una cassa con dentro un bambino di dodici anni cui estorcere preziose informazioni.
Di fronte a quell'incarico il freddo e meticoloso Geiger si ribella e libera la vittima: cominciava così una spietata caccia all'uomo che ha appassionato i lettori.
Una caccia all'uomo al termine della quale Geiger scompariva nel nulla e veniva dato per morto.

E Il Torturatore comincia proprio dove si era concluso L'Inquisitore.
«Nello scrivere L'inquisitore il mio obiettivo principale era quello di realizzare un thriller tortuoso e avvincente con un'impronta fresca e di attualità ma anche con un certo peso» ha dichiarato Smith. «Nel libro ci sono molti elementi che scuoteranno e sorprenderanno, soprattutto il protagonista, Geiger, un torturatore di professione e un uomo senza passato. Sono molto orgoglioso del mio amico Geiger: fin dall'inizio il mio obiettivo era creare un personaggio così oscuro e misterioso che quando lo incontriamo la prima volta sembra quasi senza umanità, disturbante, forse anche spregevole... ma allo stesso tempo avvincente».
Senza svelare altro della trama, vi lasciamo a correre in libreria!


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

DA STYLE.IT

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di ...

  • Casa

    Dove comprare bellissime fodere per cuscini senza muoversi dal proprio letto!

    L'autunno è arrivato e lo passerete attaccate alla vostra coperta di Linus? È tempo allora di ...

  • Viaggi

    Fabriano, la città della carta

    Una mostra suggestiva e altri cinque luoghi da visitare nella bellissima città marchigiana