La Ragazza del Treno, il thriller estivo di Paula Hawkins

di Guy Pizzinelli 

Spiare le vite degli altri è pericoloso: potrebbe andarci di mezzo anche la tua

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

La protagonista de "La Ragazza del Treno" non è tra le più simpatiche o piacevoli incontrate tra le pagine di un libro. Rachel è una donna divorziata, senza più un lavoro e con forti problemi di dipendenza dall'alcool. Nonostante abbia perso il proprio lavoro Rachel continua tutte le mattine alla stessa ora a prendere il treno per Londra, in modo che la padrona di casa dell'appartamento nel quale Rachel vive dopo la separazione da Tom non sappia la verità.
Quel viaggio in treno è il momento in cui, distraendosi da una spiacevole realtà, Rachel può osservare come una voyeur le case e le strade di periferia che scorrono di là del vetro. E quando il treno è fermo a un determinato semaforo, ecco che puntualmente può spiare una coppia, un uomo e una donna che chiama Jess e Jason, che ogni mattina fanno colazione in terrazza.
Rachel li osserva, immagina le loro vite, li pensa una coppia armoniosa dalla vita perfetta. Finché una mattina, Rachel assiste a una cena che cambierà ogni cosa e sarà l'inizio di una spirale di paura.

A proposito della sua eroina la Hawkins dice: "La solitudine e l'isolamento fanno spesso parte della vita in città, ma anche dei viaggi quotidiani dei pendolari. Rachel è scivolata senza accorgersene dalla felicità alla disperazione. E proprio nel tentativo estremo di riempire il vuoto lasciato dalla sua vita precedente, Rachel comincia a inventarsi un legame con due sconosciuti, che le diventano così familiari che le sembra di capirli. E intorno a loro, Rachel costruisce nella sua mente una storia, un'amicizia.
In realtà, Rachel non sa nulla delle loro vite reali, e non ha idea di che cosa la aspetti quando, avendo assistito da quel finestrino a qualcosa di scioccante, prende la fatale decisione di attraversare una barriera e di passare da voyeur a parte attiva della loro storia. Ma una volta che quella barriera viene attraversata, non si può più tornare indietro."

Il libro si fa leggere d'un fiato ed è perfetto per un'evasione estiva, sebbene sia inficiato dalla troppo frequente alternanza dei punti di vista narrativi - spesso inutili e che creano per lo più ripetizioni - da una serie di personaggi certo non simpatici, per cui è difficile tener parte o fare il tifo, e da un finale che pare un po' troppo scontato e buttato lì, e che lascia un po' di delusione.
Certo è che è un bestseller che ha avuto un successo mondiale da milioni di copie (Hollywood ha fiutato il caso e la Dreamworks si è aggiudicata i diritti della versione cinematografica: Emily Blunt sarà la protagonista, mentre alla regia ci sarà Tate Taylor) e sarà uno dei libri più visti sotto gli ombrelloni nella rovente estate appena iniziata. Non vorrete certo perdervelo.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

DA STYLE.IT

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di ...

  • Casa

    Dove comprare bellissime fodere per cuscini senza muoversi dal proprio letto!

    L'autunno è arrivato e lo passerete attaccate alla vostra coperta di Linus? È tempo allora di ...

  • Viaggi

    Fabriano, la città della carta

    Una mostra suggestiva e altri cinque luoghi da visitare nella bellissima città marchigiana