Gli anni della leggerezza - Elizabeth Jane Howard

di Guy Pizzinelli 

La saga dei Cazalet, che comincia con questo libro, si compone di quattro volumi pubblicati negli anni novanta, The Light Years, Marking Time, Confusion e Casting Off.

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


È l'estate del 1937 e la famiglia Cazalet si
appresta a riunirsi nella dimora di campagna per trascorrervi le
vacanze. È un mondo dalle atmosfere d'altri tempi, quello dei
Cazalet, dove tutto avviene secondo rituali precisi e codici che il
tempo ha reso immutabili, dove i domestici servono il tè a letto al
mattino, e a cena si va in abito da sera. Ma sotto la rigida morale
vittoriana, incarnata appieno dai due capostipiti affettuosamente
soprannominati il Generale e la Duchessa, si avverte che qualcosa
sta cominciando a cambiare.
 Ed ecco svelata, come attraverso un microscopio, la verità sulle
dinamiche di coppia fra i figli e le relative consorti.
L'affascinante Edward si concede svariate amanti mentre la moglie
Villy si lacera nel sospetto e nella noia; Hugh, che porta ancora i
segni della grande guerra, forma con la moglie Sybil una coppia
perfetta, salvo il fatto che non abbiano idea l'uno dei desideri
dell'altra; Rupert, pittore mancato e vedovo, si è risposato con
Zoë, un'attrice bellissima e frivola che fatica a calarsi nei panni
della madre di famiglia…
 
 I Cazalet, famiglia che la Howard ritrae principalmente
nel periodo estivo in cui essa si raccoglie nella casa di campagna,
appartengono all'alta broghesia e rappresentano perfettamente
quello spirito frivolo e superficiale che permeava l'Inghilterra
subito prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale.
 Tra relazioni clandestine, tresche e sogni per un
futuro che non sarà mai, sia genitori che figli sembrano del tutto
ignari sia delle difficoltà della classi più deboli che della nuova
guerra che sta per abbattersi sull'Europa, sottovalutando Hitler
come un buffone innocuo.
 Intrecci complessi ma che si lasciano seguire, e personaggi che
suscitano empatia  con i loro pregi ma soprattutto con i
difetti. Una saga in più volumi che vi farà venir voglia di
leggerli tutti.

 L'opera in Inghilterra ha venduto oltre un milione di copie,
mentre la BBC ne ha tratto un'apprezzata serie
televisiva.
 Il talento di Elizabeth Jane Howard, adorata matrigna di
Martin Amis, è stato fin troppo a lungo oscurato
dalla sua rara bellezza e dal suo anticonformismo. Donna bellissima
e inquieta, ha vissuto al centro della vita culturale londinese
della seconda metà del Novecento e ha avuto una vita privata
burrascosa, costellata di una schiera di amanti e mariti, fra i
quali lo scrittore Kingsley Amis. Da sempre amata
dal pubblico, solo di recente Howard ha ricevuto il plauso della
critica.

È l'estate del 1937 e la famiglia Cazalet si appresta a riunirsi nella dimora di campagna per trascorrervi le vacanze. È un mondo dalle atmosfere d'altri tempi, quello dei Cazalet, dove tutto avviene secondo rituali precisi e codici che il tempo ha reso immutabili, dove i domestici servono il tè a letto al mattino, e a cena si va in abito da sera. Ma sotto la rigida morale vittoriana, incarnata appieno dai due capostipiti affettuosamente soprannominati il Generale e la Duchessa, si avverte che qualcosa sta cominciando a cambiare.
Ed ecco svelata, come attraverso un microscopio, la verità sulle dinamiche di coppia fra i figli e le relative consorti. L'affascinante Edward si concede svariate amanti mentre la moglie Villy si lacera nel sospetto e nella noia; Hugh, che porta ancora i segni della grande guerra, forma con la moglie Sybil una coppia perfetta, salvo il fatto che non abbiano idea l'uno dei desideri dell'altra; Rupert, pittore mancato e vedovo, si è risposato con Zoë, un'attrice bellissima e frivola che fatica a calarsi nei panni della madre di famiglia…

I Cazalet, famiglia che la Howard ritrae
principalmente nel periodo estivo in cui essa si raccoglie nella casa di campagna, appartengono all'alta broghesia e rappresentano perfettamente quello spirito frivolo e superficiale che permeava l'Inghilterra subito prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale.
Tra relazioni clandestine, tresche e sogni per un futuro che non sarà mai, sia genitori che figli sembrano del tutto ignari sia delle difficoltà della classi più deboli che della nuova guerra che sta per abbattersi sull'Europa, sottovalutando Hitler come un buffone innocuo.
Intrecci complessi ma che si lasciano seguire, e personaggi che suscitano empatia  con i loro pregi ma soprattutto con i difetti. Una saga in più volumi che vi farà venir voglia di leggerli tutti.

L'opera in Inghilterra ha venduto oltre un milione di copie, mentre la BBC ne ha tratto un'apprezzata serie televisiva.
Il talento di Elizabeth Jane Howard, adorata matrigna di Martin Amis, è stato fin troppo a lungo oscurato dalla sua rara bellezza e dal suo anticonformismo. Donna bellissima e inquieta, ha vissuto al centro della vita culturale londinese della seconda metà del Novecento e ha avuto una vita privata burrascosa, costellata di una schiera di amanti e mariti, fra i quali lo scrittore Kingsley Amis. Da sempre amata dal pubblico, solo di recente Howard ha ricevuto il plauso della critica.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

DA STYLE.IT

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di ...

  • Casa

    Dove comprare bellissime fodere per cuscini senza muoversi dal proprio letto!

    L'autunno è arrivato e lo passerete attaccate alla vostra coperta di Linus? È tempo allora di ...

  • Viaggi

    Fabriano, la città della carta

    Una mostra suggestiva e altri cinque luoghi da visitare nella bellissima città marchigiana