L'Ultima Tempesta: una storia vera di uomini in mare

di Guy Pizzinelli 

L'incredibile storia di mare e navi che ha ispirato The Finest Hours

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Per chi ha amato libri e film di avventure in mare come "La Tempesta Perfetta", ecco in libreria per Mondadori L'Ultima Tempesta, il resoconto di una storia vera che ha ispirato il film "The Finest Hour", che in Italia esce con lo stesso titolo del libro.
"Restando lì seduti ad ammirare le foto della CG36500 appese alle pareti ci si chiede: 'Ma come ha fatto questa barchetta a salvare tutte queste vite?'. La risposta va cercata non soltanto nell'agilità della motonave, ma anche nel coraggio dei quattro giovani che la guidarono."
18 febbraio 1952: al largo di Cape Cod, istmo di terra non lontano da Boston sulla costa orientale degli Stati Uniti, la più furiosa delle tempeste squassa il mare. Mitragliate d'aria gelida e neve a 70 nodi spazzano i cieli, onde alte come catene montuose sconvolgono il mare.
Nel mezzo di quell'inferno, a poca distanza l'uno dall'altro, due spaventosi boati annunciano l'inizio di una tragedia. Due petroliere in navigazione, la Pendleton e la Fort Mercer, si sono spezzate a metà. I due giganti dell'oceano vagano mutilati in una deriva incontrollabile, al centro della clamorosa bufera. Dentro ciò che rimane degli scafi, gli equipaggi sopravvissuti toccano con mano il terrore più assoluto: sparire nelle spaventose fauci delle profondità marine. Per molti di loro sarà la fine. Per altri, nati sotto una migliore stella, l'inizio di un'avventura inimmaginabile, in cui terrore, morte, forza, coraggio, fortuna e abilità si mescolano incredibilmente.

L'Ultima Tempesta narra in modo coinvolgente la storia dell'impossibile salvataggio compiuto dagli uomini della Coast Guard statunitense. Gli autori ricostruiscono l'insieme di azioni ed emozioni vissute dai salvati - alla fine saranno trentadue - e dai salvatori, quattro giovani e incoscienti eroi che condussero gli undici metri della motonave d'ordinanza nel punto più pericoloso dell'oceano impazzito per adempiere al proprio dovere. Un libro splendido e mozzafiato, che è anche un tributo all'intelligenza e all'audacia dell'uomo, e che ci ricorda che "la Natura si conquista solo obbedendole".
Un'avventura incredibile che non vi lascerà posare il volume si no alla fine.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

DA STYLE.IT

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di ...

  • Casa

    Dove comprare bellissime fodere per cuscini senza muoversi dal proprio letto!

    L'autunno è arrivato e lo passerete attaccate alla vostra coperta di Linus? È tempo allora di ...

  • Viaggi

    Fabriano, la città della carta

    Una mostra suggestiva e altri cinque luoghi da visitare nella bellissima città marchigiana