La Randagia, un romanzo di Valeria Montaldi

di Guy Pizzinelli 

Una donna che ha per amica un lupo, condannata a morte dall'inquisizione per un reato di stregoneria, un thriller e una storia magica

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

1494. Nella vecchia casupola annidata fra i boschi di Machod, vive, sola, Britta da Johannes, una giovane, bellissima donna. Sebbene siano in molti a ricevere beneficio dai suoi rimedi erboristici, Britta suscita paura.
La sua solitudine è alleviata dal legame, appassionato e furtivo, con il figlio del castellano. Quando un doloroso avvenimento mette fine alla loro storia d'amore, per Britta comincia una terribile discesa all'inferno. Maldicenze e calunnie si accumulano contro di lei, fino ad arrivare alle orecchie dell'inquisitore. Il giudizio finale è inappellabile: Britta è una strega e il suo destino è il rogo.

2014. È un gelido mattino di novembre quando Barbara Pallavicini, studiosa di medievistica, raggiunge le rovine del castello di Saint Jacques aux Bois. Lì troverà l'ultimo tassello della sua ricerca, l'iscrizione lasciata da una donna condannata per stregoneria. Nella penombra del sotterraneo, gli occhi di Barbara incontrano quelli spenti di un cadavere. Atterrita, chiama i carabinieri. Giovanni Randisi, maresciallo del Comando di Aosta, identifica la vittima: è una ragazza del luogo, ossessionata da storie di demoni e malefici. Le indagini, in lotta contro il tempo, diventano ancora più affannose quando si viene a sapere che la migliore amica della vittima è misteriosamente scomparsa. 

La storia della Randagia si fa quindi ancora più intrigante, il mistero si complica e il nuovo thriller di Valeria Montaldi, edito da Piemme, diventa una corsa contro il tempo verso le risposte di un secolo lontano e ricco di domande irrisolte.Nel romanzo troviamo tutti gli elementi necessari per appassionarsi alla storia, sia per l'enigma che resta in sospeso fino alle ultime pagine del libro, sia per l'argomento trattato. Ma ciò che fa in modo che tutto aumenti in termini di pathos e di coinvolgimento psicologico, è il ritratto che la Montaldi ha reso dei suoi personaggi.
Valeria Montaldi, nei suoi libri ambientati nel Medioevo, ha sempre mesos in scena una rigorosa ricostruzione storica, su cui basava le avventure di monaci, mercanti, cavalieri, nobiluomini, ma soprattutto donne: aristocratiche e popolane, ma tutte dallo spirito ribelle.Un libro che leggerete tutto d'un fiato.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

DA STYLE.IT

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di ...

  • Casa

    Dove comprare bellissime fodere per cuscini senza muoversi dal proprio letto!

    L'autunno è arrivato e lo passerete attaccate alla vostra coperta di Linus? È tempo allora di ...

  • Viaggi

    Fabriano, la città della carta

    Una mostra suggestiva e altri cinque luoghi da visitare nella bellissima città marchigiana