Come viaggiare nel tempo

di Guy Pizzinelli 

Puoi tornare indietro dal tuo fidanzato dei tempi del liceo? Scientificamente i viaggi nel tempo hanno un fondamento?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Hai mai sognato di rivivere un amore intenso che ti sei lasciata indietro magari tanti anni fa? O di ritornare a giocare nel cortile della casa dei nonni? Ti sei mai chiesta se sia possibile viaggiare nel tempo? Riusciremo mai a prendere scorciatoie in grado di coprire le distanze interstellari in pochi secondi? La fantascienza - da Star Trek a Interstellar, passando per i più diversi tipi di incontri ravvicinati - ci ha abituato a salti nell'iperspazio, esplorazioni intergalattiche, ipervelocità, wormhole attraversabili e motori a curvatura, ma quante di queste visioni saranno effettivamente realizzabili, se non oggi, nel nostro immediato futuro?

Viaggiare nello spazio e nel tempo, tuffandosi nei buchi neri e sfrecciando all'interno di un cunicolo spaziotemporale, un wormhole come quelli immaginati nei film sembra fantascienza, ma molto probabilmente tutto questo "diventa concepibile" dopo la recente scoperta delle onde gravitazionali.
In Come Viaggeremo nel Tempo, interessantissimo saggio edito da Il Saggiatore, Allen Everett e Thomas Roman affrontano queste tematiche e passano in rassegna le possibilità più allettanti aperte dalla ricerca contemporanea: dai paradossi della relatività ristretta alle inaspettate connessioni teoriche fra viaggi a ritroso nel tempo e moti a velocità superiori a quella della luce, dalle differenze paradigmatiche fra i viaggi nel futuro e nel passato alle macchine del tempo concepite dall'uomo - «macchine» che poco hanno a che vedere con le più sofisticate astronavi o i più improbabili macinini dell'immaginario fantascientifico, ma sono piuttosto costruzioni fisiche squisitamente ipotetiche.

Nato da un manifesto amore per la fantascienza e i suoi autori, H.G. Wells per primo, e da un'altrettanto evidente passione per il rigore analitico, Come viaggeremo nel tempo non è solo un libro sullo spazio e le sue imperscrutabili distanze, sulla materia e l'energia, ma anche e soprattutto un racconto - visionario e avventuroso, eppure scientificamente solido - di come la fisica e la tecnologia stanno cambiando le nostre percezioni, la realtà in cui viviamo e, da ultimo, noi stessi, abbattendo le barriere di quello che è finora rimasto il più insondabile dei misteri: il tempo.Allen Everett è professore emerito di Fisica presso la Tufts University.Thomas Roman è professore di Scienze matematiche presso la Central Connecticut State University.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

DA STYLE.IT

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di ...

  • Casa

    Dove comprare bellissime fodere per cuscini senza muoversi dal proprio letto!

    L'autunno è arrivato e lo passerete attaccate alla vostra coperta di Linus? È tempo allora di ...

  • Viaggi

    Fabriano, la città della carta

    Una mostra suggestiva e altri cinque luoghi da visitare nella bellissima città marchigiana