Mobile Art: contest, workshop, incontri narrano il mondo che cambia

di Sabina Montevergine 

Il Festival Futuro Presente dal 14 al 23 novembre 2014 e le nuove frontiere artistiche del linguaggio delle immagini nel percorso L'arte è mobile

Sabina Montevergine

Sabina Montevergine

ContributorLeggi tutti

Futuro Presente è un laboratorio permanente sui linguaggi contemporanei che ogni anno indaga temi e idee (prendendo spunto da tendenze, conquiste o personaggi) attra-verso spettacoli, mostre, incontri, concerti, dibattiti, in un dialogo fitto tra arte, danza, letteratura, scienza, saggistica, giornalismo, cinema, fotografia, scrittura e i loro interpreti.

Quest'anno torna, dal 14 al 23 Novembre con uno sguardo indagatore sulla creatività mondiale, con il progetto Mobile Art | L'Arte è Mobile.

La tematica individuata per il 2014 riguarda l'investigazione sulle attuali forme di comunicazione, e consumo, dei prodotti derivanti dalla Mobile Art, una nuova espressione artistica che, impiegando le più recenti tecnologie visuali presenti su smartphone e tablet, vanta sempre più proseliti nel mondo e ha una diffusione globale grazie ai canali comunicativi offerti dal Web.

L'ampio panorama di eventi che caratterizzerà l'edizione 2014 di Futuro Presente è centrato sul tema Oltre il conflitto, argomento di drammatica e costante attualità sul quale sono chiamati a confrontarsi, con l'elaborazione di specifici output visivi, 300 artisti della vasta comunità internazionale della Mobile Art.
Percorsi multimediali, video, fotografie resteranno visibili fino al 23 novembre e anche il pubblico verrà chiamato ad interagire attraverso il posting di contributi realizzati con un'app create apposta inserendosi nel flusso e diventando così visit/attori, spettatori attivi dell'evento.
Non solo le fotografie, ma anche i Mobile Movies saranno protagonisti a Futuro Presente, grazie al contest internazionale 99" aperto agli autori di mini-film realizzati, sempre, con le tecnologie disponibili su smartphone e tablet, e inerenti ai temi proposti nel paradigma semantico di conflitto.
A completare e integrare l'esposizione "digitale", nei giorni dal 14 al 16 novembre, si terranno incontri, dibatti, proiezioni cinematografiche, workshop; momenti di approfondimento con  riconosciuti rappresentanti della comunità digitale - giornalisti, fotografi, studiosi, artisti - che affronteranno la rivoluzione mobile nel web, confrontando esperienze, idee e originali sviluppi professionali, a seguito dell'avvento di smartphone, tablet e supporti multimediali innovativi. Tra gli ospiti, Andrea Bigiarini, Gianluigi Colin, Ivan Cotroneo, Luca De Biase, Piera Detassis, Gianni Del Vecchio, Marco Longari, Alessandra Mammì, Roberto Murgia, Michele Smargiassi.

 

Mobile Art è a cura di Incontri Internazionali di Rovereto, in collaborazione con il Mart - museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto e ISMA, International Salon of Mobile Art. Media partner di questa edizione, Nòva24 - Il Sole 24 Ore e L'Huffington Post.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà


DA STYLE.IT

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di ...

  • Casa

    Dove comprare bellissime fodere per cuscini senza muoversi dal proprio letto!

    L'autunno è arrivato e lo passerete attaccate alla vostra coperta di Linus? È tempo allora di ...

  • Casa

    Da Giotto a Gentile: pittura e scultura a Fabriano

    Una mostra suggestiva e raffinata nella città della carta