VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)


02.10.2006

Un gene protegge la pelle

Un gene individuato dai biologi dell'Harvard Medical School di Boston aiuta a tenere sotto controllo il deterioramento dei tessuti

di Barbara Balladori da Glamour, ottobre 2006

VOTA [ 12345 ] (0 voti)
L'hanno individuato i biologi dell'Harvard Medical School di Boston: è il PNC1, un gene presente in percentuale maggiore nelle popolazioni che vivono in aree poco sviluppate, libere cioè da smog, stress e iperalimentazione.

«Questi tre fattori favoriscono la produzione di radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento», dice Giovanni Scapagnini, ricercatore all'Istituto di Scienze Neurologiche dell'Università di Catania.  La scoperta è notevole sul piano medico, ma i biologi hanno riconosciuto l'importanza  del PNC1 anche per la pelle: aiutando a svilupparlo, si può tenere sotto controllo il deterioramento dei tessuti. Come?

«Con una dieta sana a base di vitamine e polifenoli, presenti in tutti i vegetali, e di acidi grassi polinsaturi, che si trovano nell'olio di oliva e nel pesce. E non dimenticate il licopene: si ricava dal pomodoro in fase di cottura e produce acido ferrulico, una sostanza che migliora la resistenza alle aggressioni dei radicali liberi. E quindi aumenta le naturali capacità di difesa dell'organismo».

Il consiglio in più «Al cambio di stagione assumete integratori di acido folico, un nuovo antiossidante, molto più efficace della vitamina C».


articoli precedenti

aggiungi un commento