VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
La locandina della mostra

La locandina della mostra.


22.03.2006

Acconciature in mostra. A Bologna

Apre a Bologna Un diavolo per capello. Dalla Sfinge a Warhol, viaggio nello spazio e nel tempo attraverso il curioso universo dell' hair styling

di Valentina Caiani

VOTA [ 12345 ] (10 voti)
Trecento opere dal reperto archeologico alla scultura, dal dipinto alla fotografia fashion raccontano a Bologna la storia dell'acconciatura da diversi punti di vista: scientifico, antropologico, tecnologico...
Perché i capelli ci esprimono. Ci hanno sempre espresso. Dalla sensuale treccina della regina egiziana Cleopatra alla parrucca di Maria Antonietta di Francia, dalla parrucca artistico-ironica di Andy Warhol alla cresta variopinta e arrabbiata' dei punk.

Così Wella celebra i suoi 125 anni nel mondo della cosmesi. La sostengono nell'iniziativa il Museo Civico Archeologico di Bologna e la Fondazione Mazzotta di Milano.

Il percorso, che si snoda lungo tre sezioni corrispondenti all'antichità, all'epoca moderna, alla contemporaneità, getta luce su alcuni elementi curiosi e poco noti della 'cultura del capello'. Come le extension. Oggi le associamo a passerelle e star del cinema, dando loro una connotazione di assoluta modernità. Ma le extension erano ben note anche agli antichi egizi presso i quali erano anche segno di distinzione sociale.

Allo stesso modo, se si pensa alla stravaganza delle parrucche, viene subito in mente l'epoca delle grandi corti barocche e settecentesche. Ma già nell'antica Roma le matrone facevano a gara per chi riusciva nell'acconciatura più bizzarra e sconografica.

Da non perdere, infine, il mini viaggio nella storia della toilette della chioma attraverso 60 oggetti antichi. Comprende spazzole, arriccicapelli, pettinini di tutte le epoche e delle fogge più varie.

Un diavolo per capello. Dalla Sfinge a Warhol
Bologna, dal 6 aprile al 2 luglio
Info: tel. 051-2757211

articoli precedenti

aggiungi un commento