VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Maurizio Crippa, direttore generale Unipro


03.05.2007

Stop ai test sugli animali

Dal 2009 bandite le sperimentazioni sugli animali. Da oggi al via due nuovi test per identificare irritanti oculari e sostanze chimiche allergizzanti.

di Monica Tappa

VOTA [ 12345 ] (3 voti)
In attesa del 2009, termine indicato dalla Commissione Europea per bandire completamente tutti i test sugli animali, il Comitato scientifico consultivo del Centro europeo per la convalida di metodi alternativi (ECVAM) ha convalidato l'impiego di nuovi test alternativi per verificare la sicurezza delle sostanze chimiche contenute nei cosmetici.

Grazie anche all'impegno di Unipro (Associazione Italiana delle Imprese Cosmetiche), che da 15 anni sostiene un programma di ricerca proprio sui test alternativi, da oggi diminuiranno le prove sulle cavie per identificare potenziali irritanti oculari e allergie cutanee.

"Siamo orgogliosi del contributo fornito dall'industria cosmetica al raggiungimento di una tappa così importante nel cammino verso la cessazione della sperimentazione animale" ha commentato Maurizio Crippa, Direttore Generale di Unipro.

articoli precedenti

aggiungi un commento