VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

sondaggio

Tu che rapporto hai con il sonno?

Dormo tranquillamente
Mi sveglio spesso durante la notte
Ho il sonno agitato
Fatico ad addormentarmi

25.01.2008

La dieta del sonno

Dormi poco e male? Perché non riesci o fai tardi alla sera? In entrambi i casi il risultato è lo stesso: rispetto alle donne che dormono in media sette ore a notte, quelle che ne dormono cinque ingrassano più facilmente

a cura di Samantha Biale, nutrizionista

VOTA [ 12345 ] (14 voti)
La battaglia contro l'insonnia si può vincere a tavola. In particolare, curando la cena ovvero l'ultimo pasto della giornata che il nostro organismo elabora e metabolizza. Una scelta oculata dei cibi può aiutare a superare l'insonnia molto più di un sonnifero o, comunque, in modo decisamente più fisiologico. Come impostare, dunque, un regime alimentare che faciliti il sonno?

Un buon menù "soporifero" è costituito, per esempio, da un piatto di pasta seguito da un leggero dessert dolce. Agli zuccheri - sia semplici (miele, zucchero, dolci, cioccolata, gelati e frutta) che complessi (pasta, pane, riso, cereali, pizza, patate) - è da tempo riconosciuta la capacità di favorire il riposo notturno perché contengono e promuovono il trasporto del triptofano verso il cervello. Il triptofano, è bene ricordarlo, è un aminoacido essenziale che aumenta la produzione cerebrale di serotonina, l'ormone che favorisce la serenità e il rilassamento.

Come dessert non occorre andare su dolci ipercalorici: basta un semplice cream caramel (120 calorie) o una semplice banana (70-80 calorie circa) che stimola direttamente la serotonina così come una fetta di ananas fresco. In alternativa va bene anche il classico bicchiere di latte tiepido in cui, oltre al triptofano, sono presenti altre sostanze calmanti (morfino-simili) capaci di attenuare nervosismo ed eccitazione che possono minare la qualità del sonno. Un cucchiaio di miele ne rafforza l'azione.

articoli precedenti

aggiungi un commento