VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

sondaggio

Ti piace mangiare la pasta?

Sì, non potrei farne a meno
Sì, ma ne modero il consumo
No, non è tra i miei cibi preferiti
Ogni tanto, non sempre

Pasta, quale scegliere

Tra le paste perfette per la linea perché hanno un indice glicemico modesto ci sono quelle integrali (la fibra rallenta l'assorbimento degli zuccheri), e quelle dove, insieme al frumento, ci sono anche farro e lenticchie (l'arricchiscono di fibra e più proteine): queste versioni hanno più o meno le stesse calorie, ma un indice glicemico inferiore (circa 35).


07.03.2008

La dieta della pasta

Con 2 porzioni di pasta al giorno si possono perdere 3-4 chili in un mese! Segui questa regola 2-3 volte alla settimana e diventerà la tua personale strategia facile e golosa per mantenere per sempre il peso forma

a cura di Samantha Biale, nutrizionista

VOTA [ 12345 ] (37 voti)
Chi l'ha detto che per dimagrire bisogna dire addio alla pasta? E' la base della dieta mediterranea, ma anche il segreto per appagare l'appetito con gusto. Grazie alla sua composizione ricca di carboidrati che favorisce la produzione di serotonina, il neurotrasmettitore responsabile del buonumore e del benessere psicofisico. Più utile che mai in questo momento di cambio di stagione dove l'umore ballerino si fa sentire.

Per sfatare la sua fama di killer della dieta, basta fare quattro conti: con 60 g di spaghetti a pranzo e 50 g di pasta a cena, non si superano le 390 calorie ovvero un terzo dell'energia di cui abbiamo bisogno in un giorno. Questo significa che, volendo, si può mangiarla anche due volte al giorno.
Non bisogna, però, solo valutare l'aspetto calorico di un cibo per decretarne il "potere ingrassante". Occorre conoscere anche l'indice glicemico che rappresenta la velocità con cui quell'alimento aumenta la glicemia e, di conseguenza, l'insulina (ormone che spinge a immagazzinare gli zuccheri sotto forma di grassi, piuttosto che a smaltirli!). La pasta di semola tradizionale ha un indice glicemico di circa 59 che, volendo, si può abbassare se viene cotta al dente e inserita in un pasto contenente proteine e grassi (pesce, carne o formaggio). Questi semplici accorgimenti consentono di non rinunciare al piacere della pasta anche tutti i giorni. Senza paura di ingrassare né impazzire con il calcolo maniacale delle calorie.

articoli precedenti

aggiungi un commento