VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
La dieta per combattere la fame emotiva

sondaggio

In periodi di notevole stress solitamente come ti comporti?

Mangio più del solito
Perdo l'appetito
Mangio più dolci del solito

la dieta

La dieta di questa settimana è stata studiata appositamente per contenere al massimo le abbuffate consolatorie grazie al menù ricco di alimenti molto colorati (il colore mette allegria e ricarica emotivamente), alla presenza di dolcetti quotidiani che soddisfano la voglia di coccole e gratificazione, e di alimenti in grado di stimolare la produzione di serotonina, l'ormone che regale benessere e stabilità emotiva.
Calorie previste: 1300 calorie al giorno
Calo previsto: 2 chili in 10-14 giorni


03.10.2008

La dieta per l'emotiva

Nel cibo, a volte, prima ancora che gusto e piacere, si cerca consolazione. Salvo poi pentirsi quando è troppo tardi. Ecco la dieta per chi soffre di fame "emozionale".

a cura di Samantha Biale, nutrizionista

VOTA [ 12345 ] (33 voti)
Mettersi a stecchetto non è mai facile, spesso si devono fare i conti con giornate frenetiche in cui si è costrette a mangiare quello che capita. Ma per noi donne è ancora più ardua perché la motivazione e la costanza - essenziali per la buona riuscita di ogni dieta - sono spesso minate da situazioni che ci fanno partire svantaggiate: primo fra tutti il forte legame - tipicamente femminile - tra cibo ed emozioni che ci spinge a mangiare quando non vorremmo. Basta guardarsi intorno per vedere quante donne ammettano di usare il cibo come "calmante", come immediata consolazione quando qualcosa non va, come sostituto di un vuoto interiore, come diversivo contro la noia o la solitudine. Chi soffre di fame emotiva, infatti, mangia per rassicurarsi di fronte a emozioni (ansia, rabbia, frustrazione) o situazioni stressanti che non riesce a gestire. E in queste condizioni diventa difficile distinguere la fame reale dalla voglia di qualcos'altro.

Se anche tu fai parte delle "mangiatrici emotive" avrai certamente notato che - nei momenti in cui senti il bisogno di gratificarti con il cibo - non fai molto caso né alla qualità né alla quantità di ciò che metti in bocca e, spesso, ti butti su snack dall'aspetto innocente, ma ricchissimi di calorie come dolcetti e patatine. Per te e per chi come te ha spesso questo impulso, mettersi a dieta può diventare anche un'occasione d'oro per imparare a ripristinare un corretto rapporto con il cibo. La dieta di questa settimana è stata studiata appositamente per contenere al massimo le abbuffate consolatorie grazie al menù ricco di alimenti molto colorati (il colore mette allegria e ricarica emotivamente), alla presenza di dolcetti quotidiani che soddisfano la voglia di coccole e gratificazione, e di alimenti in grado di stimolare la produzione di serotonina, l'ormone che regale benessere e stabilità emotiva.

Vai al programma del lunedì >>

articoli precedenti

aggiungi un commento