VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Madonna, seguace della dieta a Zona (Kikapress)

sondaggio

Hai mai provato la dieta a Zona?

No, mai
Sì, con ottimi risultati
Ci ho provato, ma senza risultati

come funziona

Questo metodo si riassume nella semplice formula 40-30-30. Vuol dire che, a ogni pasto, occorre mangiare carboidrati per il 40 per cento; proteine per il 30 per cento e grassi per il 30 per cento delle calorie. In questo modo si migliora l'attività dell'insulina e al contempo si stimola il glucagone (suo ormone antagonista) che consente di bruciare le scorte energetiche (glicogeno) immagazzinate nel fegato e nel tessuto adiposo. Per le donne sono previsti 12 blocchi giornalieri (vedi box per capire di che si tratta) distribuiti nei tre pasti standard e da 2-3 spuntini giornalieri.


31.07.2009

La dieta zona per dimagrire e avere energia

Un regime alla moda che promette ottimi risultati non diminuendo l'apporto di calorie

a cura di Samantha Biale, nutrizionista

VOTA [ 12345 ] (41 voti)
Da più di dieci anni, per milioni di persone in tutto il mondo, la parola Zona è indissolubilmente legata al rivoluzionario regime alimentare che promette linea perfetta e massima efficienza psicofisica.
Molto più di una semplice dieta, la zona è una vera e propria filosofia di vita che i suoi sostenitori seguono con un'applicazione sorprendentemente scrupolosa. Da dove viene tutta questa buona volontà? Probabilmente dal fatto che funziona davvero, mantenendo ciò che promette, a differenza di tante diete "di moda".
La chiave per capire la dieta Zona è mettere da parte tutto quello che per anni ci hanno detto sulle calorie, e ragionare piuttosto sull'effetto ormonale del cibo sull'organismo. Questo significa, in pratica, che a parità di calorie, ci sono cibi che ci aiutano a dimagrire e cibi che, invece, ci ostacolano! La dieta zona è rivoluzionaria proprio perché, per la prima volta, ha evidenziato che non si dimagrisce solo diminuendo le calorie, ma soprattutto assestando alcuni meccanismi ormonali che regolano il nostro metabolismo.

Punto cardine di questo metodo è tenere bassa la produzione di insulina, l'ormone che regola i livelli di zucchero nel sangue che, quando è troppo alta, induce l'organismo a trasformare l'eccesso di zuccheri in grasso corporeo.
Questo metodo si riassume nella semplice formula "40-30-30". Vuol dire che, a ogni pasto, occorre mangiare carboidrati per il 40 per cento; proteine per il 30 per cento e grassi per il 30 per cento delle calorie. In questo modo si migliora l'attività dell'insulina e al contempo si stimola il glucagone (suo ormone antagonista) che consente di bruciare le scorte energetiche (glicogeno) immagazzinate nel fegato e nel tessuto adiposo.

Per le donne sono previsti 12 blocchi giornalieri (vedi box per capire di che si tratta) distribuiti nei tre pasti standard e da 2-3 spuntini giornalieri. Il tutto introducendo 1200-1300 calorie giornaliere.

articoli precedenti

aggiungi un commento