VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

sondaggio

Preferisci un pasto veloce o uno più tradizionale?

Veloce
Dipende dalle circostanze
Veloce solo il pranzo
Veloce solo la cena
Veloce mai

la dieta: come funziona

La dieta di questa settimana è costituita da un piatto unico sia a pranzo sia a cena, ma nulla vieta di accompagnarlo a una porzione di verdure cotte o crude condite in modo leggero e semplice oppure da una macedonia di frutta. Il menù apporta circa 1300 calorie giornaliere costituite in linea di massima dal 30% di proteine, 30% di grassi e 40% di carboidrati: la composizione perfetta per perdere peso (circa 4 chili in un mese) conservando tonicità e salute.


06.11.2009

La dieta del piatto unico

Sia a pranzo che a cena, il piatto unico può essere la giusta soluzione se non si ha tempo e nello stesso tempo contenere tutti i nutrienti necessari. Ecco come

a cura di Samantha Biale, nutrizionista

VOTA [ 12345 ] (34 voti)

Il piatto unico non è un'invenzione moderna. Nasce dalla saggia tradizione contadina che, in un'unica pietanza, concentrava tutti i nutrienti fondamentali. Un esempio tipico? La famosissima pasta e fagioli oppure l'amatissima pizza! Oggi il "tutto in uno" è tornato alla ribalta perché consente di alimentarsi bene, senza scervellarsi sull'organizzazione del menù.
Molti bar e tavole calde, accanto a una vasta scelta di panini, propongono insalatone ricchissime di ingredienti (verdure, uova, tonno, mais, olive...) o piatti pronti fantasiosi con un perfetto equilibrio di nutrienti come le torte salate.
La stessa tecnica si può utilizzare se si è a dieta, per dimagrire in modo facile.

Proprio come un normale pasto ipocalorico, il piatto unico deve contenere una giusta quantità di carboidrati rappresentati da pasta, riso, polenta oppure cereali alternativi come farro e kamut; verdure e, infine, proteine animali di carne, pesce, formaggio e uova oppure proteine vegetali fornite da legumi come fagioli, ceci, piselli, lenticchie.

Vai al programma del lunedì >>

articoli precedenti

aggiungi un commento