VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Enrico Olivieri, ideatore di Strike Zone


24.04.2006

Strike zone. Focus sugli addominali

Il nuovo allenamento che promette una pancia ultra piatta senza troppa fatica. In tre mesi!

di Valentina Caiani

VOTA [ 12345 ] (31 voti)
Regalare un addome tonico e scolpito a tutti, pigri compresi, era l'assillo di Enrico Olivieri. Il trainer ha girato mezza Europa per apprendere le varie tecniche per allenare gli addominali, sempre concetrato sulla loro semplicità d'esecuzione e determinato a rendere il workout su questi muscoli il più divertente e anti-noia possibile.

Il risultato di questa ricerca è un mix di arti marziali, yoga, esercizi di potenziamento muscolare a cui ha dato il nome di Strike Zone.
A Roma lo si pratica ormai da tre anni, ma con il 17esimo Festival del Fitness di Rimini, Olivieri ha deciso di portarlo anche in altre palestre d'Italia.

Strike zone, di cosa si tratta?
«E' un nuovo sistema di allenamento degli addominali, ideato appositamente per chi prova noia nello svolgere gli esercizi classici dedicati a questa zona del corpo».

Serve essere già allenati per provarlo? Ci si ritrova molto affaticati dopo la prima lezione?
«No. Anzi, chi parte da zero è avvantaggiato: a corpo libero, lavora con meno intensità rispetto a chi ha una certa esperienza del lavoro sugli addominali».

Come si svolge una lezione di Strike Zone?
«La lezione tipo si divide in quattro fasi, ben diverse per tipo di esercizio (e per la musica che lo accompagna). La prima fase è ispirata alle arti marziali. La seconda è di potenziamento muscolare. La terza è in chiave yoga. La quarta è, diciamo, di relax e lavora sul bilanciamento posturale».

Quanto tempo occorre impiegare per vedere i primi risultati?
«L'allenamento ideale prevede due-tre sessioni alla settimana. E in tre mesi garantisce una certa soddisfazione».

Info: www.strike-zone.it

articoli precedenti

aggiungi un commento