VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Al centro, Paoletta


21.06.2004

Quanta fretta! Ma dove corri?

C'è chi rincorre la famiglia, chi le scadenze di lavoro. Ma una volta all'anno si può correre per il piacere di farlo e per una buona causa.

di Valentina Caiani

VOTA [ 12345 ] (0 voti)
Anche quest'anno a Milano migliaia di donne scenderanno in pista e su strada per l'Avon Running, una corsa tutta rosa contro le patologie del corpo femminile. Una buona causa sostenuta da Avon con il ricavato delle iscrizioni, ma anche una bella occasione per stare insieme, correndo - una volta tanto - "con calma". Sì, perché anche gli altri 364 giorni le donne sono di corsa, ma sempre affannate, sempre di fretta... Dove corrono? Lo abbiamo chiesto a chi ha partecipato a questa gara non competitiva nelle sue ultime edizioni e la risposta più frequente è stata: "Corro dietro al lavoro". Seguono: "Dietro a un uomo", "Detro ai figli" e il più generico e onnicomprensivo: "Dietro alla famiglia". Una minoranza rincorre grandi sogni. E c'è poi chi corre sempre e solo per il gusto di farlo, perché ce l'ha nel DNA.
Il passo? Vince quello lento, alla maratoneta, di chi sa che la strada è lunga ed è meglio calibrare le forze. Ma non mancano le centometriste, che trovano la forza dello scatto nella speranza di ottenere successo, autoaffermazione. O il grande amore.

Paoletta, voce e volto cult di Radio dj è stata tra le testimonial della corsa Avon e si è cimentata nel percorso più lungo (10 km).
Cosa ti fa correre nella vita?
«La salute. All'inizio è difficle, ma una volta che si comincia ti redi conto che correre fa bene e non ne puoi più fare a meno».
E tra le emozioni, quale ti fa mettere il turbo?
«Sicuramente, la rabbia. In questo caso, correre diventa uno sfogo, in cui si espellono tutte le tossine provocate da uno screzio o da una discussione».
Le donne e la corsa...
«Per definizione, la donna è di corsa. Noi siamo sempre più dinamiche degli uomini. E' una questione atavica».
Scattista o maratoneta?
«Maratoneta. Ogni volta che mi cimento in qualcosa di nuovo, prima lo devo metabolizzare».

articoli precedenti

aggiungi un commento