VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Foto Grazia Neri


15.06.2007

Il clima cambia lo sport

I cambiamenti climatici stanno influenzando anche lo sport, con gravi conseguenze, come la scomparsa di alcune discipline.

di Maria Maccari

VOTA [ 12345 ] (1 voto)
Volete imparare a sciare? Sbrigatevi a farlo, perché pare che tra qualche anno diventerà sempre più difficile riuscirci. Al limite si potrà praticare lo sci su qualche remoto ghiacciaio. Perché? A causa del clima 'pazzo' degli ultimi anni, del surriscaldamento della superficie terrestre, dell'inquinamento atmosferico e dello scioglimento dei ghiacciai.
Secondo studi effettuati in Gran Bretagna, presso l'università di Aberdeen, circa il 20% delle discipline sportive attualmente praticate sono destinate a sparire nel giro dei prossimi dieci anni, a cominciare dallo sci alpino e da tutti gli sport legati al ghiaccio. Oltre alle regate, che diventeranno degli slalom tra i vari cicloni, sempre più frequenti.
Intanto, secondo Marco Cardinale, direttore della ricerca all'Istituto medico del Comitato Olimpico  della Gran Bretagna, le prime e più visibili conseguenze si vedranno durante le prossime Olimpiadi di Pechino, nel 2008. Sarà difficile che vengano stabiliti dei record, spiega Cardinale, a causa dell'inquinamento atmosferico, del caldo e dell'umidità, che provocheranno un aumento della temperatura corporea limite degli atleti, con evidenti ricadute sulle loro prestazioni.
Maratona sì allora, ma con calma.

articoli precedenti

aggiungi un commento