VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Grasso bruno e bianco

E' chiamato bruno il tessuto adiposo che brucia i grassi. Ben rappresentato nei neonati, si è ora scoperto che è presente anche nell'organismo adulto.
Per tessuto adiposo bianco, invece, si intende quello che che ha prevalentemente il compito di produrre energia utilizzabile per le varie attività dell'organismo.


07.09.2007

Più freddo, più magro

Non solo dieta e movimento, ma anche il freddo è un valido aiuto nella perdita di peso

di Maria Maccari

VOTA [ 12345 ] (4 voti)
Secondo i risultati di due differenti ricerche scientifiche, il freddo aiuta a dimagrire; quindi basterebbe, il prossimo inverno, tenere il riscaldamento più basso di qualche grado perché il metabolismo arrivi a bruciare più calorie. Le ricerche partono dall'assunto che il freddo risveglia l'attività della parte del tessuto adiposo preposta al consumo dei grassi, con una conseguente riduzione dell'altra parte del tessuto adiposo, quella cosiddetta "bianca",  specializzata nell'accumulo delle calorie. Il freddo come nuova arma anti-obesità, dunque.

Il primo studio è stato condotto in Giappone dal nutrizionista Saito Masayuki, del Tenshi College di Sapporo e ha dimostrato che, al contrario di quel che si è sempre creduto, il tessuto adiposo bruno continua a essere presente anche nell'organismo degli adulti, non solo in quello dei neonati. Gli studiosi giapponesi, basandosi su test condotti su un gruppo di volontari e analizzati con una speciale apparecchiatura tomografica, hanno dimostrato che il freddo aumenta l'attività proprio del tessuto adiposo bruno, facendo così bruciare più calorie.
La seconda ricerca, invece, condotta dal Joslin Diabetes Center di Boston e pubblicata sulla rivista online dell'Accademia delle Scienze degli Stati Uniti, ha invece dimostrato che l'utilizzo di alcuni farmaci è in grado di "risvegliare"il tessuto adiposo bruno. Anche un italiano ha partecipato a questa ricerca, Saverio Cinti dell'Università di Ancona, che afferma non esserci ancora una "terapia del freddo", ma che è possibile utilizzare le basse temperature in maniera preventiva, soprattutto per i bambini: coprirli meno per indurre il loro metabolismo a lavorare più attivamente. Secondo Cinti basterebbe ridurre la temperatura del riscaldamento casalingo di qualche grado, portandola ad esempio a 18 o 19 gradi.

articoli precedenti

aggiungi un commento