VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)


11.10.2007

In futuro ci piacerà...

Come sarà orientato il gusto nel futuro? Cosa apprezzeremo e cosa invece rifiuteremo? Da uno studio emerge che vinceranno i sapori speziati e unisex. Ecco come

di Maria Maccari

VOTA [ 12345 ] (4 voti)
Da uno studio condotto dal Centro Studi Assaggiatori, su 130.000 consumatori, in Italia e all'estero, è emerso lo scenario del gusto del futuro: sempre meno differenze tra uomini e donne, ritorno agli aromi autentici, più spazio alle contaminazioni culturali e voglia di morbidezza. Si registra una progressiva convergenza dei gusti maschili e femminili, per esempio i distillati, che sono sempre più amati dalle donne mentre gli uomini ricercano sapori più femminili, morbidi e raffinati. Altra tendenza è il ritorno agli aromi autentici, quindi un progressivo rifiuto delle sintesi di laboratorio che, a livello subliminale, non attiverebbero le stesse sensazioni e le stesse emozioni di quelli autentici.
Futuro assicurato, invece, per gli aromi speziati, grazie soprattutto alle contaminazioni culturali sempre più frequenti. Tra le sensazioni più ricercate nei cibi e nelle bevande ci saranno la morbidezza e la suadenza, per soddisfare il tatto, il senso del contatto fisico, dell'affetto e della rassicurazione. Tendenza già confermata dal successo, nel mondo, dell'espresso, grazie alla sua sensazione setosa e dalle acquaviti, che perdono la loro pungenza per diventare più morbide.

articoli precedenti

aggiungi un commento