VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

 (foto Kikapress)

sondaggio

Fai uso o hai usato energy drink?

Sì, ogni tanto
No, mai
Non potrei farne a meno

10.06.2008

Energy drink e alcool, una miscela pericolosa?

Tra i giovani il mix sta diventando una moda. Battaglia di dati e posizioni fra produttori di energy drink e associazioni a tutela della salute. Che chiedono l'intervento delle autorità

di Maria Maccari

VOTA [ 12345 ] (4 voti)

Diventa sempre più diffuso, tra i giovani, il consumo di energy drink associati ad alcolici. Secondo una recente indagine condotta negli Stati Uniti questa abitudine riguarderebbe il 25% dei giovani.

Anche tra gli studenti universitari italiani è diventata una moda: una ricerca messa  a punto da una équipe di ricercatori del Policlinico Universitario di Messina su un campione di 500 studenti, ha mostrato che quasi il 36% ha bevuto più di tre "cocktail energy drink + alcool" in un mese.

Secondo la Società Italiana di Farmacologia «l'uso della miscela Energy drinks /alcool nasce dalla voglia, da parte di chi la consuma, di una bevanda che abbia gli effetti euforizzanti dell'alcol, ma che contemporaneamente non stordisca. Gli Energy drinks possono in effetti dare l'illusione di combattere efficacemente gli effetti sedativi dell'alcol. Ma lo stato di ebbrezza viene piuttosto mascherato, mentre segnali coma la fatica e la sonnolenza sono solo attenuati e restano in agguato, poiché la concentrazione ematica di alcol non viene modificata».
A tale scopo, già dal dicembre 07, la stessa organizzazione ha richiesto al Ministero della Salute «di imporre che sia aggiunta sulle etichette degli Energy drinks una avvertenza che sconsigli l'uso in soggetti cardiopatici ed ipertesi e avverta sui rischi derivanti dall'associazione con alcol».

Iniziative analoghe sono state sollecitate anche da altre organizzazioni, come il Movimento dei consumatori e l'Associazione Codici-centro per i diritti del cittadino, tanto da creare un largo dibattito.

Dibattito non circoscritto all'Italia, ma che coinvolge anche altri Paesi e le rispettive comunità scientifiche e, ovviamente, i produttori di bevande energetiche. «Nessuno ha mai dimostrato scientificamente l'esistenza di un legame tra la nostra bevanda e pretesi effetti dannosi», dice Federica Faj, Communication Manager di Red Bull Srl, uno dei più noti marchi di Energy drink. «Numerosi dati e test clinici e svariate stime tossicologiche, svolte da esperti indipendenti, hanno infatti dimostrato che Red Bull è una bevanda sicura come qualsiasi altra bevanda, destinata ad un pubblico adulto». E prosegue: «Tutti sanno che il consumo eccessivo e irresponsabile di alcool può avere effetti dannosi sulla nostra salute e sul nostro comportamento, ma dovrebbe essere chiaro che questo è dovuto alla bevanda alcolica e non al mix, che si tratti di cola, succo di arancia, tonici o qualsiasi altra cosa venga miscelata all'alcool».

Intanto, si attende che le istituzioni (compresa l'Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare) prendano una posizione ufficiale sulla questione.

 
ultima revisione 24.06.08

articoli precedenti

aggiungi un commento