VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Gwen Stefani

Gwen Stefani (Kikapress)

sondaggio

Ti piace Gwen Stefani?

Sì, molto
No, non molto
Dipende dal look del momento

addominali

La muscolatura della cavità addominale è costituita da 4 diversi muscoli.  Il retto dell'addome è un fascio muscolare piatto e lungo circa 40 cm  che si inserisce superiormente sulla quinta, sesta, settima costa e alla parte terminale dello sterno e termina sul pube. Agisce inclinando il torace in avanti, durante la espirazione abbassando le coste e flettendo la colonna comprimendo i visceri. L'obliquo esterno è il più superficiale degli addominali; trae origine dalle coste (dalla 5° alla 12°) e con le sue fibre dirette dall'alto verso il basso, termina in prossimità della piega inguinale. Oltre a contenere i visceri, questi muscoli permettono l'inclinazione e la rotazione del busto. Si attivano nell'espirazione forzata. L'obliquo interno passa più profondamente rispetto all'obliquo esterno. Trae origine in prossimità della cresta iliaca e, con le sue fibre che decorrono dal basso verso l'alto, termina sulle ultime tre coste. Oltre a contenere i visceri, questi muscoli permettono l'inclinazione e la rotazione del busto. Si attivano nell'espirazione forzata. Il traverso dell'addome è il più profondo e origina nella regione posteriore del corpo all'altezza delle coste dalla 7° alla 12°. Le sue fibre si dirigono in avanti formando una specie di guaina contenitiva. Oltre a contenere i visceri, questo muscolo permette la retrazione dell'ombelico. Si attiva nell'espirazione forzata.


03.11.2009

Gwen Stefani, addominali
al top

Un fisico mozzafiato quello della cantante, ottenuto con un workout messo a punto dal personal trainer e focalizzato sulla tonificazione dei muscoli addominali, suo punto di forza

VOTA [ 12345 ] (2 voti)
Alzi la mano chi non ha mai invidiato la pancia scolpita di Gwen Stefani. Come fa a tenerla così in forma, malgrado due gravidanze? Ce lo spiega Gunnar Peterson, personal trainer tra i più noti a Hollywood e dintorni.
«Concentratevi sull'allenamento cardio che permette di mettere alla prova tutti i muscoli del corpo e bruciare più calorie in meno tempo, e sui pesi, per dare più tono», ha affermato il trainer alla rivista Fitness Magazine. «Gwen parte dal concetto che il corpo va allenato nelle sue singole parti, per mantenerlo in forma meglio e il più a lungo possibile».

La cantante normalmente si allena per cinque giorni a settimana, con una scheda workout davvero facile da seguire e replicare. Questo tipo di allenamento, che prevede resistenza e cardio è focalizzato sul potenziamento dei muscoli addominali (quindi è l'ideale come allenamento post-parto) e dura in totale 21 minuti:

Allenamento di resistenza (da effettuare per tre giorni alternati):
Riscaldamento (due minuti): step e marcia sul posto

- Estensioni su una gamba: stese a pancia in su, portare il ginocchio destro piegato verso il petto. Tenere la testa sollevata, la mano destra sulla caviglia della gamba piegata, stendere e sollevare di 45 gradi la gamba sinistra.
Eseguire 20 ripetizioni, continuando ad alternare le gambe

- Sollevamento gambe: stese a pancia in su, unire le gambe e sollevarle insieme. Tenere la testa sollevata e le braccia appoggiate per terra lungo il corpo. Assicurarsi che la schiena resti appoggiata sul pavimento. Abbassare lentamente le gambe contando fino a 3, poi rialzarle.
Eseguire 10 ripetizioni

- Rotazioni del busto: sedere con le gambe leggermente divaricate e all'altezza delle spalle. Ruotare il busto verso destra contando fino a tre, toccando i piedi con la punta delle dita. Tornare al centro e ripetere verso sinistra.
Eseguire 3 ripetizioni per parte

- Estensioni su due gambe: stese a pancia in su, ginocchia al petto. Stendere le gambe verso l'alto, sollevandole di 45 gradi e riportarle verso il petto abbracciandole con le braccia. Tenere ferme le ginocchia e sollevare la testa.
Eseguire 5 ripetizioni lente e 5 veloci

Terminare l'allenamento con salti con la corda o marcia sul posto, per due minuti

Vedi anche:
- addominali, allenali così >>
- speciale pancia piatta >>

articoli precedenti

aggiungi un commento