VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Alessandra Ferri e Roberto Bolle

Alessandra Ferri e Roberto Bolle in prova

Guarda la gallery

20.03.2007

Alessandra Ferri: ultimo
ballo alla Scala

L'étoile nel ruolo de La signora delle Camelie, dal dramma di Dumas, saluta il teatro Scaligero. Una prova di grande intensità e virtuosismo assieme al danseur noble Roberto Bolle. Dal 20 al 31 marzo

Di Valentina Bonelli

VOTA [ 12345 ] (53 voti)
Sono molti i motivi per non perdere alla Scala il debutto del balletto La Dame aux  camélias, che si annuncia come l'avvenimento artistico e mondano della stagione milanese, in scena alla Scala dal 20 al 31 marzo.
Il dance-drama firmato dal coreografo star John Neumeier è infatti uno dei titoli più amati e di successo del balletto narrativo moderno, creato nel 1978 per lo Stuttgart Ballett e per la ballerina tragédienne Marcia Haydée.  "Guardandola mi balenò l'idea di creare per lei un balletto dal romanzo di Alexandre Dumas figlio, che già da molti anni mi affascinava - ha raccontato il coreografo - Scelsi le composizioni pianistiche di Chopin, perché condivideva con Marguerite un destino di morte in giovane età, ma anche lo charme francese e l'irresistibile frivolezza della società che attraversarono, tra eleganza ed emotività."
Ma il balletto è soprattutto atteso per il debutto Alessandra Ferri, che nel ruolo della demi-mondaine Marguerite Gautier dà l'addio alle scene scaligere. "E' un balletto che ho sempre amato e desiderato - ha confidato l'étoile-. Anni fa lo avevo sfiorato: avrei dovuto interpretarlo a Palermo come guest dell'Hamburg Ballett di Neumeier, ma l'attesa della mia seconda figlia, Emma, mi impedì di realizzare il sogno. Adesso posso dire di essere contenta di ballarlo solo ora, perché questo è un momento magico della mia vita e sento finalmente di aver la maturità necessaria per interpretare un personaggio come Marguerite. Questo balletto è per me un regalo meraviglioso e credo sarà il ricordo migliore per il mio addio alla Scala."
Al debutto nel ruolo di Armand - e per la prima volta impegnato in una coreografia di Neumeier- è anche il divo Roberto Bolle, che ha dichiarato emozionato: "Per i grandi ruoli drammatici che ho interpretato sino ad oggi, non avevo mai avuto la fortuna di avere accanto il coreografo che li aveva creati. E questa volta mi sono emozionato come non mi era mai capitato, sin dal primo giorno delle prove con Neumeier. I tre lunghi pas de deux che attraversano il balletto scandiscono l'evoluzione dei protagonisti nel corso della vicenda: al pubblico arriverà l'intensità delle nostre emozioni e vivrà con noi il dramma di Marguerite e Armand.

articoli precedenti

aggiungi un commento