VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
La copertina del libro

La copertina del libro

sondaggio

Se hai letto questo libro, come lo definiresti?

Bellissimo
Bello
Discreto
Deludente

04.04.2007

Libri / Giallo psicologico
La figlia oscura di E. Ferrante

Leda non è stata una moglie fedele, né una madre perfetta. Ora sente di potersi riscattare aiutando la moglie di un malvivente a ritrovare se stessa

di Alberto Grandi

VOTA [ 12345 ] (5 voti)
Autore: Elena Ferrante
Titolo: La figlia oscura
Editore:
Edizioni e/o
Prezzo: 14,50 euro

La trama (senza nulla svelare) - Leda è un'insegnante di letteratura inglese divorziata e madre di due figlie che si sono trasferite in Canada. Durante una villeggiatura al mare, ha modo di riconsiderare la sua vita passata, anche alla luce di un'incontro con una ragazza, moglie di un uomo pericoloso.

Incipit - «Cominciai a sentirmi male dopo meno di un' ora di guida. Il bruciore al fianco riapparve ma per un po' decisi di non dargli peso. Mi preoccupai soltanto quando mi resi conto che non avevo le energie sufficienti per tenere il volante».

La frase - «Che stupidaggine pensare di potersi raccontare ai figli prima che compiano cinquanta anni. Pretendere di essere visti da loro come una persona e non come una funzione».

Perché leggerlo - Questo libro sarebbe piaciuto ad Alfred Hitchcock. E' misterioso e indaga l'animo femminile senza tortuosi psicologismi, ma con il ritmo di un giallo, come se il senso di colpa fosse l'assassino che si nasconde nell'inconscio e la mente razionale il detective che indaga. La figura di Leda, inafferrabile e ambigua, ricorda quella di certe eroine di Hitchcock come Kim Novak ne La donna che visse due volte. Difatti il libro potrebbe intitolarsi La donna che visse più volte. Almeno cinque: nello sforzo di comprendere se stessa, Leda si identifica nella vita della madre, delle due figlie, di un'autostoppista e della giovane moglie di un boss che incrocia in villeggiatura. Vista l'ambientazione mediterranea però, Hitchcock dovrebbe fare a meno di una delle sue solite bionde per il ruolo della protagonista. Possiamo suggerire Laura Morante?

Dentro ci troverai
- Il caldo torrido, esistenziale evocato in poesia da Eugenio Montale nei suoi Ossi di seppia qui usato in chiave mistery. Un gioco delle identità degno di Pirandello.

Leggilo se ti piacciono - I film di Hitchcock (soprattutto La donna che visse due volte) e i thriller psicologici di Patricia Highsmith.

articoli precedenti

aggiungi un commento