VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Cover del libro <I>Il collezionista di Apricale</I>

Cover del libro Il collezionista di Apricale


20.07.2007

Libri / Noir
Ippolito Edmondo Ferrario:
Il collezionista di Apricale

Un gallerista milanese, Leonardo Fiorentini, (alter-ego dell'autore), con la passione per i misteri e una vera ossessione per l'entroterra ligure alle prese con una collezione di quadri, avvocati dal grilletto facile e fanciulle con frustino e tacchi a spillo.

di Monica Tappa

VOTA [ 12345 ] (29 voti)
Autore: Ippolito Edmondo Ferrario
Titolo: Il collezionista di Apricale ... e le stelle grondano sangue
Editore: Fratelli Frilli Editori
Prezzo: 9.50 euro

La trama (senza nulla svelare): Il detective gallerista Leonardo Fiorentini giunto da Milano nella paciosa provincia imperiese sulle tracce di una collezione di dipinti si trova coinvolto, suo malgrado, in un'indagine dai contorni roventi. 

Incipit: La mia partenza da Milano coincise con l'arrivo della settimana della moda. La lassativa manifestazione che al posto di liberare la città, la intasava ulteriormente, mi costringeva a trasformarmi in un esule in cerca di lidi migliori. Anche le tenaci barricate a base di ricercati dipinti dell'Ottocento che avevo innalzato nella mia galleria d'arte di via S. Andrea non erano sufficienti ad arginare il cattivo gusto dilagante.

La frase: «Il detective che era in me, una volta risuscitato, non voleva più saperne di tornare nell'oblio della coscienza».

Perché leggerlo: E' divertente, dissacrante e (ben) scritto con ironia. In più traccia un ritratto irriverente ma "da addetto ai lavori" del triangolo della moda e del mondo dei mercanti d'arte. E invoglia a visitare gli splendidi borghi liguri di cui descrive le incantevoli atmosfere. Istruzioni per l'uso: in alcuni passaggi è così esilarante che è impossibile resistere. Se non avete timore delle occhiate che vi potrebbero lanciare i vostri occasionali vicini mentre ridete da soli è la lettura ideale.

Leggilo se ti piace: Andrea G. Pinketts, la letteratura ironico-noir e se non disdegni qualche descrizione very hot...

articoli precedenti

aggiungi un commento