VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

26.05.2008

Digital life. Pubblico e privato

A chi ti rivolgi quando pubblichi qualcosa in rete?
Ai tuoi amici o a degli sconosciuti? La risposta qui

di Mafe de Baggis

VOTA [ 12345 ] (4 voti)
Internet è un ambiente paradossale: è nello stesso tempo estremamente intimo e decisamente pubblico. E' intimo perché nel mare di contenuti pubblicati ogni giorno la possibilità che i tuoi vengano letti da persone diverse dalla tua cerchia di amici è bassissima. E' pubblico perché questa possibilità esiste.

Non è un problema: la maggior parte dei post, delle foto, dei video che pubblichiamo qui su Style o nei nostri spazi personali può essere benissimo vista da chiunque senza che la cosa ci crei il minimo danno. Vale però la pena di chiederselo, e attenzione: vale anche per le comunicazioni personali.

Una vecchia regola della netiquette - la buona educazione di rete - dice appunto di non scrivere mai in una mail quello che non avresti piacere a dire in pubblico. A volte è un eccesso di prudenza, ma è troppo facile inoltrare una mail a decine di persone: ricordatelo prima di insultare il tuo capo in una mail a una collega o di comunicare le tue fantasie erotiche al fresco fidanzato con dovizia di particolari.

Allo stesso modo pensaci bene prima di pubblicare una provocazione relativa alla pedofilia, un video in cui sei completamente ubriaca e ti infili le dita nel naso o una foto in cui sei particolarmente discinta. Quello che può sembrare molto divertente se visto dal tuo migliore amico e sua sorella diventa molto imbarazzante quando la tua pagina personale viene visitata da persone che non conosci, che non capiscono il tuo senso dell'umorismo e che possono anche fraintendere.

Pensaci bene, ma non rinunciare a priori: non stiamo dicendo che sia pericoloso o stupido, ma solo di riflettere prima se e con chi abbiamo voglia di condividere determinati pensiei o aspetti della nostra vita.

articoli precedenti

aggiungi un commento