VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Christian Lacroix

Christian Lacroix fotografato da Grégoire Alexandre

Guarda la gallery

04.08.2008

FOTOGRAFIA
Ad Arles, il Festival firmato Christian Lacroix

Fino al 14 settembre, l'appuntamento annuale con il festival internazionale Les Rencontres d'Arles. Quest'anno con un curatore davvero d'eccezione: lo stilista Christian Lacroix.

di Elisa della Barba

VOTA [ 12345 ] (2 voti)
E' Christian Lacroix il curatore della 39esima edizione di Les Rencontres d'Arles, festival francese che ogni anno celebra la fotografia internazionale di rilievo. Se l'accostamento moda - fotografia può suonare un po' troppo familiare, sorprenderà invece scoprire quanto vicino sia sempre stato Lacroix alla fotografia in senso stretto, fotografo lui stesso. Primo amore, prisma col quale osservare la vita, Lacroix vive da sempre la fotografia come alleato, collegamento con il mondo esterno, sentiero per osservare, capire e creare. La fotografia quindi come percorso che, non a caso, lo riporta dove è cresciuto: Arles, sfondo e protagonista di queste 60 e più esposizioni fotografiche disseminate per la città.

Lacroix in questa manifestazione decide di raccontare il profondo legame (e collaborazione, in alcuni casi) con i fotografi da lui selezionati e la grande influenza che hanno avuto nella sua vita. E lo fa senza esibizionismo, senza mostrare la fotografia "da passerella", molto spesso abusata. E' una prospettiva diversa quella da lui presentata, è il suo sguardo attraverso quello di altri, altri uomini e donne che ha incontrato o scoperto, oggi o in passato, e che lo hanno segnato grazie alle loro immagini. Altri che, come lui, raccolgono emozioni, assorbono atmosfere, mettono in scena i colori, giocano con la luce e le forme, e attraversano tempo e spazio, semplicemente "guardando".

Samuel Fosso (camerunese), Charles Fréger (francese), Guido Mocafico e Paolo Roversi (italiani), Vanessa Winship  (inglese), Joachim Shmid (tedesco), ma anche pilastri come Richard Avedon e Peter Lindbergh, insieme a molti altri da tutto il mondo. Il trait d'union delle loro opere è l'analisi dell'uomo, della sua identità. Perchè non è difficile comprendere che si va ben oltre la moda quando si guarda, ad esempio, alle donne sfruttate e violate di Achinto Bhadra (indiano). La fotografia qui è un'istantanea della speranza, è sogno, diventa una scusa per vestirsi di felicità per un attimo.

Una carrellata di momenti di vita, colti da grandi e grandissimi della fotografia, scattati senza fretta e senza pretese (per una volta!) di perfezione, in una mostra dal messaggio forte, quello della volontà di interpretare, interrogare e custodire l'identità dell'uomo di ieri, di oggi, e di domani, servendosi spesso di colori vivi e bellissimi, gli stessi che adora e usa Monsieur Lacroix, gli stessi che appartengono da sempre ad Arles.

Les Rencontres d'Arles 2008
(Arles - Camargue - Francia)
Dall'8 luglio al 14 settembre
Orari: Dalle 10 alle 19.00, tutti i giorni, week-end compresi
Web: www.rencontres-arles.com
Come arrivare: Nîmes - Arles - Aeroporto della Camargue
Biglietti: Ingresso Libero / 5 € / 7 € / 11 €
Variano per luoghi e mostre

articoli precedenti

aggiungi un commento