VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Edward Steichen Mary Heberden, 1935

Guarda la gallery

19.01.2009

FOTOGRAFIA
Steichen inedito a New York

In occasione dell'anno della moda, una restrospettiva rende omaggio al maestro che ha cambiato la storia della fotografia fashion. In esposizione, anche immagini mai messe in mostra

di Elisa Della Barba

VOTA [ 12345 ] (0 voti)
Steven Meisel, Irving Penn, Patrick Demarchelier, Richard Avedon, Helmut Newton, Mario Testino, Herb Ritts: sono geni della fotografia di moda, solo per citarne alcuni, ma prima di tutto artisti, maestri della luce e delle forme, come si potrebbe dire dei più grandi pittori.  

La fotografia però, in particolare quella di moda, non è sempre stata considerata arte. Edward Steichen (1879 - 1973), insieme a George Hoyningen-Huene, Horst P. Horst, e Cecile Beaton, ha contribuito in maniera indelebile a renderla tale nel XX secolo, donandole quello status artistico ed espressivo che viene ancora perpetuato e ricercato.

Pittore apprezzato negli Stati Uniti, dove è cresciuto, e in seguito braccio destro di Alfred Stieglitz (grande fotografo dell'epoca), Steichen partecipa al movimento dei Pittorialisti, teso al riconoscimento della fotografia come arte attraverso l'utilizzo di tecniche di sviluppo e di stampa particolari che la avvicinassero il più possibile al disegno.

Già famoso per la sua fotografia sognante ed eterea, nel 1923 accetta la posizione di responsabile della fotografia di Vogue e Vanity Fair.
Accusato dai puristi di infangare l'arte della fotografia con il mero utilitarismo, Steichen ha invece trasformato la fotografia di moda.

Distaccandosi dallo stereotipo romantico e patinato di quel mondo, ha dato voce all'indipendenza e alla forza femminile e anima a ritratti sfacciati, meravigliosamente imperfetti di grandi come Gary Cooper e Greta Garbo. In mostra (la prima che copre interamente la produzione di foto di moda e di celebrità di Steichen), 175 foto vintage direttamente dall'archivio Condé Nast, molte delle quali mai mostrate fino ad oggi.

Edward Steichen: In High Fashion,
The Condé Nast Years, 1923-1937

16 Gennaio - 3 Maggio 2009
International Center of Photography
1133 Avenue of the Americas, New York
www.icp.org

articoli precedenti

aggiungi un commento