VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Richard Avedon

Richard Avedon, Theo

Guarda la gallery

27.01.2009

FOTOGRAFIA
Richard Avedon inedito
ad Alta Roma

La kermesse della moda capitolina celebra il grande fotografo con una mostra speciale: l'incarnazione della moda parigina degli anni '50 negli scatti inediti della sua musa, Ann Theophane Graham
di Elisa della Barba

VOTA [ 12345 ] (1 voto)
"Nel momento in cui un'emozione o un fatto si trasforma in fotografia, non è più un fatto, ma un'opinione. Non esiste una fotografia sbagliata. Ogni fotografia è accurata, ma nessuna rappresenta la verità" aveva detto Richard Avedon (1923-2004).
Le "opinioni"  che ha scattato in più di 50 anni di carriera sono capolavori dai contorni fragili e bellissimi, ed è forse per questo che noi, a navigarli da profani, siamo tentati di confonderli con la verità.

Leggenda della seconda metà del XX secolo, fotografo di moda per Vogue, Life and Harper's Bazaar, Avedon ha sempre rappresentato gli abiti e le modelle utilizzando una dinamica narrativa inedita, inventandosi movimento ed emozione là dove l'indifferenza e la staticità erano la regola.

Avedon è però soprattutto abilissimo ritrattista in questa mostra inedita, sorpresa così ben riuscita come solo le pieghe del tempo sanno fare, svelando cose belle e dimenticate quando e dove meno te lo aspetti.
Sì, perché le foto esposte erano fino a poco fa custodite in un vecchio baule appartenuto alla modella americana Ann Theophane Graham (1926 - 1996), detta Theo. E lì sarebbero rimaste, sconosciute e scure, se suo figlio, l'architetto Enrico Carlo Saraceni, non le avesse messe a disposizione per farci rivivere quegli anni magici.
 
È infatti un Avedon poco più che ventenne quello che immortala per Harper's  Bazaar lo stile Christian Dior del dopoguerra, e che consacra a muse ufficiali Theo (che verrà stregata dalla Dolce Vita romana e dal 1956 non lascerà mai più l'Italia) e Dorian Leigh.
La mostra comprende anche la corrispondenza tra Avedon e Theo, e articoli e servizi di moda sui più celebri stilisti fotografati da Avedon.


Theo by Richard Avedon
1 Febbraio - 1 Marzo 2009
Musei Capitolini
e Académie de France à Rome - Villa Medici
Musei Capitolini
Piazza del Campidoglio 1, Roma
www.museicapitolini.org
Orari: 11.00 alle 18.00, escluso lunedì
Ingresso gratuito
 
Académie de France à Rome - Villa Medici
Viale Trinità dei Monti, 1 Roma
www.villamedici.it
Ingresso cumulativo con la mostra di Bertrand Lavier.
Orari: 11.00 - 19.00, escluso lunedì

articoli precedenti

aggiungi un commento