VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Madeleine Vionnet nel suo atelier di avenue Montaigne intorno al 1930 © DR
> Photographie de dépôt de modèle, collection hiver 1938, © DR
> Robe et cape du soir, été 1935, © Patrick Gries

Guarda la gallery

24.06.2009

MOSTRE DI MODA
Madeleine Vionnet,
anticonformista "illuminata"

A Parigi la prima retrospettiva che rende omaggio a una delle più grandi couturières della Francia del ventesimo secolo
Di Elisa Della Barba

VOTA [ 12345 ] (9 voti)
Madeleine Vionnet (1876-1975) ha cambiato la storia della moda femminile per sempre. Anticonformista determinata, per riuscire a far sfilare le modelle a piedi nudi e senza corsetto deve aprire nel 1912 la sua casa di moda al 222 di Rue de Rivoli.
È però dal 1918, dopo una pausa forzata a causa della guerra, che conosce il successo. Nel 1923 ristruttura un hôtel particulier (abitazione lussuosa e di vaste dimensioni, quasi una villa ma situata in città) che diventerà presto un tempio della moda. Madeleine mette a disposizione dei suoi impiegati servizi sanitari e sociali: uno studio medico e dentistico in sede, permessi pagati e congedi di maternità molto più generosi di quelli a disposizione a quei tempi.
Chiuderà la casa di moda nel 1939, a 63 anni. Nel 1952 fa una donazione eccezionale all'Union Française des Arts du Costume con 122 vestiti e molto altro materiale documentario.

La mostra ripercorre cronologicamente le tappe fondamentali del processo di creazione di Madame Vionnet nel corso degli anni, mettendo in luce i punti cardine delle sue creazioni: la struttura e il decoro.
La purezza delle linee testimonia una maestria delle proprietà intrinseche della stoffa e uno studio accurato delle geometrie del vestito. Affascinata dalla Grecia antica elimina le cuciture e utilizza in maniera innovativa il taglio in diagonale per accentuare in maniera seducente le caratteristiche del corpo femminile, contributo importantissimo per i vestiti a sirena delle dive del cinema che vedremo poi negli anni a seguire.
Il decoro va ad aggiungersi alle forme con motivi floreali, specialmente la rosa, su materiali come il tulle, la lana ma anche la pelliccia. Le creazioni degli anni '30 sottolineano anche la collaborazione con pittori come George de Feure o Thayaht.

Madeleine Vionnet, Puriste de la Mode
M
usées des Arts Décoratifs
107 Rue de Rivoli, Paris
www.lesartsdecoratifs.fr 

articoli precedenti

aggiungi un commento