VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Pechino

Lo stadio di Pechino, sede delle Olimpiadi


15.05.2008

Pechino, non solo Olimpiadi

Tra lanterne cinesi, anatre laccate e blind massage, ti stuzzica l'idea di visitare la città cinese che ospita le Olimpiadi 2008? Ecco le dritte per dormire, mangiare, organizzare il viaggio!

VOTA [ 12345 ] (2 voti)
Sede delle Olimpiadi 2008, la città di Pechino è tra le mete privilegiate di quest'anno. Per raggiungerla, le maggiori compagnie aeree (da Klm a British Airlines) propongono soluzioni a partire dai 641 euro (con scalo ad Amsterdam).

Dove dormire
Per respirare l'atmosfera della vecchia Cina è perfetto l'Hotel Coté Cour SL con quattordici stanze arrdate in modo tradizionale (una doppia costa 123 euro).

Di grande fascino anche l'Hotel Kapok (comunemente chiamato Blur) realizzato dall'architetto cinese Zhu Pei. Il suo atout? Di notte si illumina come una enorme lanterna cinese (prezzi a partire da 70 euro).

Dove mangiare
Premessa: la cucina cinese in Cina è profondamente diversa dai sapori che si gustarno nei ristoranti del dragone in Italia. Per immergersi nella tradizione culinaria locale si può prenotare al Li Qun Roast Duck, vecchia casa tradizionale adibita a ristorante (Beixiangfeng 11, Zhengyi Lu tel +86 10 67025681 a circa 11 euro).  Oppure all'elegantissimo Made in China (Dong Chang An Jie I, Dongcheng tel +86 10 85181234 per 48 euro circa). Il piatto da ordinare? L'anatra laccata.

Altro indirizzo da veri intenditori è il Ding Ding Xiang (Donzhong Jie 14, Yuanjia International Apartments, Dongcheng, tel +86 10 64179289) dove ordinare l'hot pot, ovvero fettine di carne di agnello o manzo cucinate in una pentola con brodo caldissimo. Alla modica cifra di 11 euro.

Nightlife
C'è solo l'imbarazzo della scelta. Design e musica dal vivo sono le prerogative di Lan, il locale disegnato da Philippe Starck (al quarto piano delle LG Twin Towers), mentre al Block 8 (Chaoyang Xilu 8, tel +86 10 65088585) due ristoranti, una lounge, una terrazza e un Vip club possono soddisfare le esigenze del visitatore più indeciso.

L'idea in più
I  massage center restano aperti fino a tarda notte e non è necessario prenotare. Un'esperienza particolare? I Blind Massage, massaggi praticati dai ciechi, aperti dalle 9 e 30 a mezzanotte (Zhongfangli 18, Sanlitun Nanlu).

articoli precedenti

aggiungi un commento