VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
il

Il "quartiere francese" a Istanbul


03.07.2008

Day e night-life in Istanbul

Per un aperitivo, una cena, per vedere l'alba. Per bohemien, intellettuali, romantici o shopaholic. Ecco le dritte per trovare il quartiere pi¨ adatto alla tua vacanza a Istanbul
Di Barbara Rivoli

VOTA [ 12345 ] (4 voti)
A Taksim Square ci si ritrova ad ogni ora: per manifestare, festeggiare, o semplicemente per decidere cosa fare "dopo". Da qui parte Istiklal Avenue: alle spalle le botteghe di spremute fresche e d÷ner kebab, in fondo la Torre di Galata. Larga e sempre affollata, un tram a due vetture la percorre a passo d'uomo, con la gente che si sposta senza fretta dai binari.

Solo poche fermate e si arriva al capolinea del TŘnel, altra zona "calda" dei bohemien che popolano i piccoli caffÚ. Il 360░ Ŕ al n░ 311, all'ultimo piano di un anonimo palazzo: pareti di vetro, e una vista incredibile sulla cittÓ. E' cool, minimal chic e ben frequentato. Ci si viene per un aperitivo o per cenare, mescolati a stranieri e agli stambulioti pi¨ trendy.

Oppure si resta per strada: fra i ristoranti turchi, greci e armeni di  ăišek Arcade, tra pesce fresco, meze e raki (un liquore tipico) a Nevizade Street; mentre ogni genere di musica accompagna il passare delle ore fino all'alba.

Lasciati i teatri e le gallerie d'arte, i fast food e i negozi che vendono un po' di tutto, Galip Dede Street (la via degli strumenti musicali) scende ripida verso Galata, la sua torre, i suoi piccoli tavoli all'aperto dove si beve te e caffÚ turco giocando a backgammon.

Anche la Francia Ŕ vicina, in Fransřz Soka­ř; case gialle e rosa e vecchi lampioni a gas, raffinati bistrot: si assaggiano formaggi francesi e si beve buon vino. E altri caffÚ, ristoranti, antiquari, rigattieri.

Fuori di qui gli altri quartieri, tutti vivaci e sempre diversi: Ni■anta■i, o dello shopping internazionale (il nuovo City's vale una visita anche solo per l'architettura. Emin÷nu e il suo carico di storia (Hotel Antea per alloggiare nel cuore della Istanbul antica, da 80 Ç la doppia). Ortak÷y e la sua atmosfera da cittÓ di mare all'ombra del Bosphorus Bridge, che sembra uscito da un film americano (andate al Reina per vedere ed essere visti: clientela selezionata, VIP, politici e il Bosforo di notte che toglie il fiato).

Insomma, una e mille Istanbul: scegliete la vostra.

articoli precedenti

aggiungi un commento