VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Foto Ontario Tourism, 2001

Ontario Touris, 2001


08.06.2009

Toronto: shopping
e clubbing cool

Una metropoli in evoluzione, multiculturale e frizzante. Se siete chic e modaiole e siete a caccia di vip e attori, questi sono gli indirizzi più esclusivi della città di Francesca Binfarè

di Francesca Binfarè

VOTA [ 12345 ] (3 voti)
L'obiettivo è fare shopping economico (e molto originale)? Vale la pena fare un salto al multiculturale Kensington Market, pieno di negozi coloratissimi di giovani designer canadesi (bisogna cercare un po' perché molte vetrine non espongono prodotti locali ma oggetti che arrivano da mezzo mondo) e di abbigliamento vintage.

L'area universitaria della città (www.bloorannexbia.com ) pullula di ristoranti, bar e locali che offrono prevalentemente drink e molto divertimento. Un ottimo quartiere per mangiare bene a prezzi contenuti è Old Town (www.oldtowntoronto.biz), situato nella parte vecchia della downtown.

La nightlife più vivace è però concentrata nei quartieri di Bloor-Yorkville (www.bloor-yorkville.com), molto elegante, e di Little Italy, animatissimo, ma i locali sono sparsi un po' per tutta la downtown. Ecco qualche indirizzo cult.

Flow Restaurant + Lounge (133 Yorkville Avenue, www.flowrestaurant.com), dove si può cenare o sorseggiare un cocktail. Si dice che qui si beva il miglior Martini della città. I cocktail costano 12 dollari canadesi, ma il buon bere non è l'unico motivo per cui si viene al Flow (che prende il nome dal fatto che l'acqua, in forma di simil-cascata, qui scorre dappertutto): questa è una vetrina in cui farsi vedere. Il dress code del locale è trendy ma non elegantissimo. È sempre aperta una zona lounge ma è solo dopo la cena che inizia il vero party time con il dj!

Rosewater (19 Toronto Street, www.libertygroupc.com) al piano terra è un formalissimo ristorante che, al piano superiore, ha aperto una nuova area lounge, chic e informale, caratterizzata da arredamento scuro a contrasto con le pareti in vetro. La clientela è internazionale: il chiacchiericcio in lingue diverse si intreccia alla musica jazz, live. È qui che Cindy Lauper ha presentato il suo ultimo disco. 

Six Steps (55 Colborne Street, www.sixstepsrestaurant.com) è un locale molto alla moda. Il piano inferiore, dai colori piuttosto scuri, ospita una piccola sala bar (simpaticissimi i barmen!), mentre al piano terra si trova il ristorante, con ampie finestre che danno sulla strada. Dress code poco impegnativo: potremmo dire trendy... spigliato!

La vista migliore sulla città? Forse dal diciottesimo piano dell'Hotel Park Hyatt, che ospita l'affollatissimo (e per chi non bada a spese) The Roof Lounge (www.parkhyatt.com).

articoli precedenti

aggiungi un commento