VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Ted Polhemus

Ted Polhemus.


01.09.2003

Ted Polhemus: «E' l'ora del No trend»

Sono i consumatori a fare lo stile. Così il ricercatore vede il presente della moda. Fra nuovo consumismo creativo e vecchio fashion system, haute couture e street style

di Luca Lanzoni

VOTA [ 12345 ] (2 voti)
Sociologo, antropologo, mass-mediologo. L'americano Ted Polhemus è un personaggio acuto e stravagante i cui numerosi titoli accademici sono accomunati da un unico elemento: la passione per la moda. O meglio, per le tante anti-mode. Non a caso l'abbiamo incontrato a It's#2, famoso concorso internazionale per giovani stilisti che si svolge a Trieste.

Ne abbiamo approfittato per intervistarlo e approfondire i temi che questo grande sostenitore di un nuovo modo di intendere il fashion system ha teorizzato nei suoi libri Moda e Anti-moda, Pop Styles, Diesel:World Wide Wear fino al suo saggio più famoso, che ha dato l'etichetta alla tendenza più contemporanea che porta mescolare  stili, epoche, culture e tendenze in piena libertà: Surfing Style. Saggio che porta un esplicito sottotitolo: What to wear in the 3rd millennium (www.tedpolhemus.com).

Parafrasando il suo libro: come vestire nel terzo millennio?
«La moda oggi è più che mai nelle nostre mani, non è più solo un "affare" dei fashion designer. Oggi siamo noi consumatori a inventarci ogni giorno un nostro personalissimo stile, mescolando e mixando varie proposte in piena libertà.

Venti, o trent'anni fa, invece, i trend erano imposti dall'alto ed erano dei veri imperativi. Anche solo dieci anni fa la gente si riconosceva nell'immagine di uno stilista e comprava tutto da lui: era l'epoca del total look. In questo modo eravamo sotto la sua responsabilità: era questo il compito degli stilisti. L'idea sottesa a questa concezione era: il consumatore non  è in grado di scegliere, perciò deve essere guidato.

Oggi però la gente ha un gusto evoluto e ha anche maggiore fiducia in se stessa. E così è libera di dire: "Questo cappello sta bene con questo top", senza quasi più guardare il marchio. E' il consumatore finale l'elemento fondamentale del processo creativo, oggi».

articoli precedenti

aggiungi un commento