VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)


20.04.2004

Grimaldi e Giardina: «Il matrimonio? Lo vediamo così»

Botta e risposta con Sylvio Giardina, una delle due anime creative di Grimaldi e Giardina, giovane Maison di couture tra le più promettenti a livello internazionale. Per sapere tutti i sì (e i no) di una cerimonia di classe

di Luca Lanzoni

VOTA [ 12345 ] (10 voti)
E' stata l'unica new entry italiana a meritarsi il palcoscenico delle sfilate parigine. E' diventata in poche stagioni una delle più firme più cool del panorama dell'Alta Moda. Insomma, in otto anni dalla sua creazione, il binomio Grimaldi e Giardina è già stra-famoso nel mondo. E le donne più in vista si rivolgono ad Antonio e Sylvio quando sono sul punto di pronunciare il fatidico sì. Il motivo? I loro bellissimi abiti da sposa. Così abbiamo intervistato proprio Sylvio Giardina per avere i consigli giusti per l'occasione.

Che caratteristiche deve avere un abito da sposa per essere moderno, ma allo stesso tempo rispettoso delle tradizioni ?
«Deve valorizzare il più possibile la sposa, senza però renderla volgare, facendola sentire a proprio agio».

Il bianco è ancora una scelta obbligata?
«Come colore ha perso il suo valore simbolico, ma rimane comunque la massima fonte di magia. E' sconsigliabile solo per coloro che non celebrano le prime nozze».

E' un aspetto della tradizione, quindi, che va conservato...
«Dire "bianco" equivale a  dire"matrimonio", "candore", "tradizione". Anzi forse è proprio l'unico superstite della tradizione capace, grazie al suo immenso potere di fascino e suggestione, di far risaltare la sposa come la regina di quel giorno».

Se invece ci si sposa in Comune?
«Il matrimonio in Comune bandisce l'abito tradizionale al posto del quale un abito da cocktail nei toni pastello è più gradito, anche rispetto al classico tailleur».

Che cosa invece è assolutamente da evitare?
«Travestirsi! Pensando magari di apparire più romantiche senza sentirlo veramente. Meglio lasciare spazio all'espressione di se stesse».

articoli precedenti

aggiungi un commento