VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Raf Simons al Gwand Award 03

Raf Simons al Gwand Award 03


01.12.2003

Gwand Award 03:
vince Raf Simons II

Con le premiazioni la manifestazione è entrata nel vivo. Lo stilista belga, sorpreso di aver vinto, piange e ringrazia

di Luca Lanzoni

VOTA [ 12345 ] (0 voti)
Per l'assegnazione del Swiss Textiles Award lo scontro è stato tra i più promettenti stilisti internazionali: dall'anno scorso, infatti, il Festival ha aperto la competizione anche agli stilisti stranieri, rendendo più interessante la gara.

Si sono confrontati così talenti già riconosciuti quali Yvan Mispelaere, Bernhard Willhelm (anima creativa oltre che del marchio che porta il suo nome del riuscito rilancio di Capucci), Boudicca, Hamish Morrow, Markus Huemer, Henrik Vibskov (stilista del Nord Europa venuto alla riblata al Festival di Hyères) e Raf Simons, il vincitore, designer già acclamato dalla stampa mondiale per le sue collezioni basic, ma intellettuali e provocatorie al tempo stesso.

Raf Simons infatti non crea semplicemente moda, ma abiti visibilmente influenzati da movimenti - come il punk o il goth - attraverso i quali trasmette messaggi politici, culturali e sociali.
Salito in passerella visibilmente commosso, Simons ha ricevuto il premio sotto l'occhio attento di Suzanne Vock, presidentessa del Festival, figura carismatica ammirata da tutti i partecipanti alla manifestazione per i suoi look super fashionable.  

Il premio verrà utilizzato da Raf Simons per sviluppare la sua Maison, come ha lui stesso dichiarato (una volta asciugate le lacrime) durante la conferenza stampa che ha seguito la manifestazione.

articoli precedenti

aggiungi un commento