VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Roberta Armani

Roberta Armani fotografata da Luca Babini.


04.01.2007

Roberta Armani:
«Grazie, zio»

Per una come lei, che voleva fare l'attrice, lavorare con Giorgio ha dei vantaggi. Gli attori, anzi, le superstar, li conosce molto, molto da vicino

di Sara Faillaci, da Vanity Fair n.1/2007

VOTA [ 12345 ] (11 voti)
La prima volta che gli U2 sono venuti a Milano avevamo appuntamento alle 13 in ufficio. Alle 12.45 mi chiama il portiere e mi dice: "Sono già qui". Mi sono precipitata di sotto e ho visto Bono, The Edge, Adam e Larry appoggiati al muro del cortile. Bono mi dice: "Lo so, Roberta, che non è molto da rockstar essere in anticipo... Ti prego di non dirlo in giro, altrimenti non saremo più cool"».

Roberta Armani, 36 anni, è la nipote di Giorgio (figlia del fratello Sergio, scomparso per malattia 14 anni fa, e di Maria Pia Dominicis, ndr), da 9 anni è sposata con l'erede di un'altra dinastia, il manager Angelo Moratti (figlio del primo matrimonio di Gianmarco con la giornalista Lina Sotis, ndr) e da 15 lavora nell'azienda di famiglia. Si è sempre occupata di pubbliche relazioni per il gruppo, ma dal 2000 il suo compito è molto preciso: gestisce i rapporti con i personaggi famosi.

È vero che siete stati tra i primi a credere nel talento di DiCaprio?
«Vero. La prima volta che è venuto alla nostra sfilata non aveva ancora fatto Titanic, non lo conosceva quasi nessuno. Mi ricordo che arrivò in Italia con alcuni amici, un gruppo di ragazzotti abbastanza scatenati. Mi chiamarono di notte dall'albergo per dirmi che alle tre di mattina andavano in skateboard nei corridoi...».

Che rapporto ha con suo zio?
«Splendido. In una situazione familiare complicata, è da sempre un punto di riferimento. Quando mi ha chiesto, a 22 anni, di sfilare per lui, è stato come se mi chiedesse di sposarlo: fin da bambina, per me, la donna in passerella ha rappresentato un ideale, forse per farmi amare da lui. Però mi sono accorta di quanto fosse grande quando sono andata in America: bastava che dicessi che ero sua nipote e la gente mi toccava come fossi una santa».

Ha mai avuto il timore che la gente le fosse amica per interesse?
«Sempre. Però ho un sesto senso per quel tipo di persona, lo riconosco subito. Con gli uomini, poi, ho sempre evitato di trovarmi in certe situazioni; sposando un ragazzo del mio stesso ambiente, non ho avuto quel problema».

Figli non ne desiderate?
«Non adesso. Credo che per i figli sia importante essere pronti. C'è tempo».

articoli precedenti

aggiungi un commento