VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Albino D'Amato

Albino D'Amato


17.02.2007

Moda Milano: i debutti eccellenti

Il calendario ufficiale delle sfilate apre le porte a nuovi talenti come Albino e 6267, che finora erano noti solo agli insiders. Occhi puntati anche sulla collezione Romeo Gigli, per la prima volta disegnata da Gentucca Bini. Di Ilaria Danieli

VOTA [ 12345 ] (27 voti)
Entrare "in calendario" a Milano è il battesimo ufficiale per uno stilista, qualcosa come il primo ruolo da protagonista per un attore. Dietro ci sono anni di studio, lavoro e dura gavetta accanto a primattori (del teatro e della moda) spesso capricciosi e tirannici, tra tanti che ti dicono quanto sei bravo ma non ti considerano perché non sei nessuno e nessuno che ti permette di diventare qualcuno. Poi arriva il momento buono, la dritta giusta, il colpo di fortuna, il concorso benemerito.
Come è accaduto ad Albino D'Amato e al duo composto da Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi, anime del brand 6267. Per entrambe le realtà il trampolino di lancio è stato il concorso "Who's on next" promosso da Alta Roma e Vogue Italia, vinto nel 2005. Da quel momento gli occhi del settore, che in alcuni casi si era già accorto di loro, si sono concentrati su questi emergenti che non hanno deluso le aspettative. Tant'è vero che ai 6267 è stata affidata nel 2006 la direzione creativa della collezione donna Malo (quella AI è stata appena presentata a New York), e Albino, forte di studi di architettura e design oltre che di moda, è già sinonimo di nuova eleganza e rigore sartoriale. Il debutto sulle passerelle milanesi, dopo due anni di presentazioni "fuori calendario" ma ugualmente molto seguite, avviene nei primi giorni della settimana (Albino il lunedì e 6267 il martedì) e quindi non in date periferiche o disertate dagli spettatori più significativi.
Da tenere d'occhio anche il debutto di Gentucca Bini sul catwalk di Romeo Gigli. La stilista non è certo un nome nuovo per il fashion world milanese, ma questo ruolo in un brand diverso dal suo è una promozione di livello. Anche perché il brand Gigli, che negli anni '80 impresse un segno di così decisa controtendenza femminile e floreale, da qualche stagione aveva perso lo smalto e forse soffriva problemi di gestione. Ora i vertici di Mood, società licenziataria del marchio, si dichiarano decisi ad un rilancio in grande stile, sia con la spinta creativa di Gentucca Bini, sia con il lancio di una nuova etichetta, Romeo Gigli Laboratorio, che darà spazio ai giovani designer. A completare l'immagine del brand e la sua volontà di interazione con il pubblico sono previste anche altre iniziative, come l'apertura di un Caffè Gigli in zona Navigli a Milano.

articoli precedenti

aggiungi un commento