VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Jean Paul Gaultier

Jean Paul Gaultier

Guarda la gallery

26.04.2007

Jean Paul Gaultier sempre
in ballo, da Madonna a Cortès

Dai costumi per la coreografa Régine Chopinot a quelli di Joaquin Cortes per lo spettacolo Mi soledad passando per il Confession Tour di Madonna: Jean Paul Galutier torna al prêt-à-danser.

Di Valentina Bonelli

VOTA [ 12345 ] (24 voti)
Dopo un decennio di indifferenza Jean-Paul Gaultier è tornato ad un antico amore: la danza. La scintilla si era accesa nel milieu più raffinato della scena francese, in quei primi anni '80 di libertà artistica e follia creativa. Tra Jean-Paul Gaultier e Régine Chopinot fu intesa a prima vista: lui, allora in piena ascesa nel prêt-à-porter, creando per il palcoscenico poteva forzare al massimo il suo stile insolente e irresistibilmente umoristico; lei, coreografa austera e sofisticata della nouvelle danse française, travolta dal couturier terrible come da un demone, riconciliò la danza contemporanea con i costumi di scena. Per 10 anni e 14 creazioni i due furono inseparabili: le premières dei balletti di Régine con i costumi signés Gautier diventavano ogni volta un avvenimento mondano, oltre che artistico. Memorabile "Le Défilé", dell'85, concepito come una vera e propria sfilata, con 16 danzatori in passerella; sorprendente "K.O.K.", datato '88, in cui danza e moda salivano sul ring della boxe per la prima volta. Di quell'irripetibile prêt-à-danser restano oggi un centinaio di costumi, esposti in occasione dei 30 anni di attività di Gaultier al Musée de la Mode et du Textile di Parigi fino al 23 settembre.  Il sodalizio si era appena sciolto che Gaultier sembrò sconfessare l'élitaria nouvelle danse, buttandosi a capofitto nel glamour pop di un'energica ballerina autodidatta: Madonna. Al richiamo dall'allora material girl l'imprevedibile stilista non seppe resistere e ne fu talmente sedotto da concepire per il "Blond Ambition tour '90" il più geniale trademark della sua griffe: quel wonderbra dalle vette avveniristiche che furoreggiò imitatissimo per un'intera stagione. Poi 16 anni di oblio, fino allo scomunicato tour con crocefissione femminile "Confession on a dance floor", grazie il quale il couturier francese ha riannodato il legame con Madame Ciccone firmando per lei e per i suoi boys un guardaroba squisitamente anni '80, in bilico tra Saturday Night Fever e gusto kinky da Divin Marchese. Intanto Gaultier ha accalappiato un'altra popstar della pista da ballo: il divo del flamenco Joaquin Cortès, creando i costumi del suo ultimo one-man show: "Mi Soledad" presentato in avant-première nella maison parigina dello stilista. Uno sfrenato guardaroba da guapo dandy, che si potrà ammirare il prossimo 17 luglio al Ravenna Festival. Per informazioni: www.lesartsdecoratifs.fr; www.ravennafestival.org

articoli precedenti

aggiungi un commento