VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Il poster dello spettacolo per Gianni Versace

Il poster dello spettacolo

Guarda la gallery

15.06.2007

Milano danza per Gianni

Versace, naturalmente. A dieci anni dalla morte, un balletto il 15 luglio alla Scala che riproporrà i costumi disegnati per Bejart, una mostra di bozzetti nelle vie di Milano e una borsa di studio. In attesa che allo stilista venga intitolata una via. Di Ilaria Danieli

Gianni Versace. Gli amori, le muse, la moda
Gli altri anniversari di stile. Leggi qui
La sfilata PE 07 di Versace

VOTA [ 12345 ] (10 voti)
Quello che poteva essere uno scontro di titani, viste le impetuose personalità creative, diventò un connubio artistico e una solida amicizia. Entrambi estrosi, immaginifici, egocentrici, Gianni Versace lo stilista e Maurice Bejart il coreografo si incontrarono sul terreno della danza, creando (tra gli anni '70 e '80 prevalentemente) i costumi e i movimenti di alcuni balletti rimasti in repertorio, momenti di felice esplosione cromatica e dinamica. Ce li ripropone il 15 luglio la Scala di Milano, nell'ambito delle iniziative che il Comune e la Maison hanno organizzato per ricordare i dieci anni dalla tragica morte dello stilista. Ci saranno per esempio Malraux, ou la métamorphose des dieux e Pyramid, lo spettacolo attraverso cui Bejart indagò a suo modo il mondo islamico, oltre ad una nuova coreografia con costumi di scena appositamente disegnati da Donatella Versace.

Chi non avrà modo di partecipare alla serata scaligera, prevedibilmente molto esclusiva e blindata, portà vedere i bozzetti disegnati da Gianni Versace nelle strade della città. Infatti 64 installazioni artistiche con i più celebri abiti di scena dello stilista, ideati non solo per Bejart ma anche per Bob Wilson, Roland Petit e John Cox, saranno disposti nelle vie a maggior traffico. E così, dopo la cow parade, Milano continuerà a passeggiare con l'arte, in attesa che al grande stilista venga intitolata una via.

Versace però resta soprattutto l'emblema del talento creativo applicato alla moda, e il ricordo non sarebbe stato completo senza un tentativo di raccoglierne l'eredità. Per questo è stata istituita una borsa di studio per giovani stilisti, ovvero la possibilità di frequentare il corso triennale di Fashion and Textile Design all'Istituto Europeo di Design. La giuria sarà speciale, ma soprattutto dovrà essere speciale il vincitore, capace di disegnare un sogno coraggioso quanto quello di Gianni. L'intero progetto sarà presentato dall'Assessorato alle attività produttive con delega alla Moda durante la settimana della moda di Settembre.

Infine la prima biografia, firmata dalla giornalista Minnie Gastel e pubblicata da Baldini Castoldi Dalai. che ricostruisce la storia del grande stilista attraverso la voce e i documenti di chi lo ha conosciuto, ha lavorato con lui, gli ha voluto bene.

articoli precedenti

aggiungi un commento