VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Ermanno Scervino

Ermanno Scervino

Guarda la gallery

25.06.2007

Scervino: «Guardo ai '60,
ma senza nostalgia»

Moda, consigli di stile, vizi e virtù: intervista a 360° allo stilista che per la prima volta ha fatto sfilare una collezione donna a Pitti Uomo. Di Laura Pacelli

Pre-collezione PE 08. La photogallery

VOTA [ 12345 ] (10 voti)
Una location inedita, sulle colline del Chianti, e una sfilata-evento che ha portato in passerella l'uomo e la donna insieme per la primavera/estate 2008: Ermanno Scervino ha fatto le cose in grande alla 72esima edizione di Pitti Immagine Uomo, inaugurando anche il nuovo headquarter, un edificio di più di 6.000 metri quadrati. «Un'enorme sartoria - spiega lo stilista - perché è importante che tutta la squadra lavori insieme».
Perché portare in passerella una pre-collezione donna P/E a una kermesse prettamente dedicata alla moda maschile?
«La moda ha bisogno di cambiare e di anticipare i tempi per l'industria e anche per la stampa. Cambiano le esigenze ma non la qualità che per me rappresenta più della metà della riuscita di un capo».
Camicie di lino traforate al laser e ricamate in sangallo per lui, fuseaux di maglia con soprabito per lei e tanti volumi anni Sessanta...
«È vero, ho guardato a quel periodo perché la moda prima della rivoluzione giovanile era molto sartoriale, dal look ordinato e pulito. La mia è una collezione che recupera quei valori, ma priva di nostalgia e con pochissimi accenni rétro».
Dopo Mario Sorrenti, la prossima campagna pubblicitaria sarà affidata al fotografo Peter Lindbergh. Cambio d'immagine?
«Con Mario abbiamo lavorato molto bene ma visto che sono un sostenitore del cambiamento, e la moda ne ha sempre bisogno, ho scelto un altro grandissimo fotografo. Sono sicuro che il risultato sarà sorprendente».
Come vestiranno la donna e l'uomo di Ermanno Scervino P/E 2008?
«La donna con micro completi, leggins con zip laterali e gilet di maglia, parka estivi di lino waterproof, spolverini con applicazioni di macro pied-de-poule in metallo e giacche militare. E tanti gioielli, dai bracciali agli anelli oversize. L'uomo con la cravatta sopra la polo e pantaloni di tessuto tecnico e tante camicie bianche. Entrambi li vedo col Panama, anche se non è una scelta facile per tutti».
E la donna e l'uomo di quest'estate?
«Lei in pantaloni slim, una bella camicia con le ballerine di giorno e le décolleté di sera. Sportiva di giorno, elegante la sera. È una donna che cambia, che suscita sorpresa. Lui con jeans o bermuda, camicia bianca ricamata, scarpe grosse (basta infradito!) e giacca, tutto in tessuto lucido, moderno. Un uomo ordinato, molto più del passato». 

articoli precedenti

aggiungi un commento