VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
John Galliano

John Galliano, direttore artistico di Christian Dior


29.06.2007

Haute Couture AI 07
Alla corte del Re Sole

John Galliano sceglie la reggia di Versailles per il defilé che celebra i 60 anni della maison, Givenchy sfila in un monastero e Giorgio Armani Privée chiude le danze. In passerella anche il beniamino delle star Roland Mouret. (i.d.)

VOTA [ 12345 ] (3 voti)
Tutti gli occhi sono puntati sulla maison Christian Dior, che quest'anno festeggia i 60 anni dalla fondazione e dalla sfilata che segnò la nascita del New Look. Lunedì 2 luglio si alza il sipario sulla Haute Couture parigina e John Galliano, direttore artistico delle linee Dior femminili, ha scelto niente meno che l'Orangerie del castello di Versailles come location per il suo defilé. C'è da prevedere che lo show avrà tutta l'opulenza dell'epoca barocca prerivoluzionaria, dato che anche in annate normali lo stilista ama strabiliare con scenografie teatrali e abiti sontuosi da mascherata veneziana. A dire il vero, anzi, un ballo ci sarà, perché dopo la sfilata gli happy few saranno invitati ad un Bal des artistes che non ammette persone ordinarie e di cui solo pochi già conoscono il dress code. Finito lo spettacolo, archiviato il party, il pubblico della couture parigina si concentra il 3 luglio su Chanel, Christian Lacroix e Givenchy, che ha scelto la monacale e storica cornice del Couvent des Cordeliers. Il giorno seguente, 4 luglio, apre le danze Roland Mouret, campione della demi-couture e autore di quel Galaxy dress che qualche anno fa è stato visto addosso, tra le altre, a Cameron Diaz, Demi Moore e Victoria Beckam. Mouret tradisce Londra, città del suo headquarter, per presentarsi alla high class del suo paese d'origine. A seguire il lusso principesco di Elie Saab e, a chiusura di giornata e di calendario, Giorgio Armani Privé. Gli appuntamenti, in realtà, continuano il 5 luglio, ma per marchi di nicchia non ancora molto conosciuti, tra i quali si distinguono Cathy Pill e Boudicca.

articoli precedenti

aggiungi un commento