VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Ella Zahlan

Ella Zahlan


04.02.2008

Ella Zahlan, la stilista
delle arabe emancipate

Prima donna mediorientale a sfilare in Europa, veste il jet set di Beirut, degli Emirati, del Cairo. Nella sua moda sinuosa un omaggio a Sabah, 85enne diva e simbolo "femminista". (m.v.)

Guarda la sfilata di Ella Zahlan Alta Moda PE 08

VOTA [ 12345 ] (4 voti)
Un po' ribelle, femminista, sempre alla ricerca di nuove soluzioni per la libertà delle donne arabe: Ella Zahlan, 40enne stilista libanese, è la prima donna mediorientale a sfilare in Europa. L'abbiamo incontrata a Roma, alla kermesse di Alta Moda PE 08; è comprensibilmente emozionata ma anche determinata, convinta che il suo stile abbia qualcosa da dire anche al pubblico occidentale.

Lei ha un curriculum internazionale (scuole in America e Francia), come mai ha scelto Roma per uscire dall'Oriente?

«Mi sembrava giusto. Lo scorso anno fui invitata dalla mia ambasciata a rappresentare il mio paese a Milano ad un forum sulle donne del Mediterraneo. Questo mi ha spinto a scegliere l'Italia, che amo, a rispondere di sì all'invito di Altaroma. E sono convinta che Roma sia una piazza in grado di comunicare a livello internazionale».

In Medioriente lei ha già una fama consolidata: chi sono le sue clienti?
«Sono soprattutto le celebrità, le attrici, le cantanti, le Miss, la show girl più famosa nel mio paese, Haifa (una Valeria Marini italiana). Vesto principesse dell'Arabia Saudita e del Kuwait».

Oltre all'Europa punta anche sull'America?
«Andrò a Los Angeles per gli Oscar Awards a marzo, e lì mi proporrò, vedrò».

Solo Alta Moda o anche prêt-à-porter?
«Credo sia importante per una stilista arrivare anche alla moda per tutti. Parteciperò a Milano Moda Donna a febbraio, presentando la mia collezione nei locali di Sari Spazio».

Come si definirebbe, che stile propone?
«Mi piace far risaltare la silhouette della donna, con un tocco di originalità, quello della femminilità orientale, che può emergere nella scelta di un gioiello, di un ricamo, di un'applicazione preziosa. Punto molto sul colore e sulla luce: sono fondamentali in Oriente».

Lei si impegna molto sul fronte dell'emancipazione femminile nel mondo arabo. Eppure le sue  modelle sembrano splendide odalische, uscite dall'harem.
«La mia collezione è dedicata a Sabah, che ha 85 anni, 3500 canzoni incise, 85 film e 8 mariti. E' popolarissima da noi e rappresenta l'emancipazione femminile, anche con i suoi abiti. E'il simbolo della donna libera, non sottomessa. Ho fatto un lavoro di ricerca sulla sua eleganza, sui suoi abiti. Quello che propongo è il look Sabah, con abiti lunghi e preziosi da star, ma anche gonne corte e stivali».


articoli precedenti

aggiungi un commento