VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Gabriele Colangelo AI 09/10

Gabriele Colangelo AI 09/10


03.04.2009

Gabriele Colangelo: «Il talento non basta. Serve tenacia»

Tra i sogni futuri dello stilista, quello di una consulenza per una grande griffe. Ma senza abbandonare la sua linea

Guarda la sfilata PE09 di Gabriele Colangelo

Guarda la sfilata AI 09/10 di Gabriele Colangelo

Di Simona Scacheri

VOTA [ 12345 ] (4 voti)
A tuo parere, qual è la cosa più innovativa del mondo della moda in questo momento?
«L'innovazione oggi è rappresentata da un'avanguardia di giovani designer che osano sperimentare. Un'avanguardia - alla quale mi piacerebbe appartenere - legata a una couture più industriale, ma che non dimentica l'attenzione al dettaglio e al particolare prezioso».

Quando hai capito che la moda sarebbe stata la tua strada?
«I miei genitori producono pellicce e io ho respirato la moda fin da quando sono nato. Però ho spesso il ricordo di quando da ragazzo, a Parigi, ho visto un numerro di Vogue ho avuto l'illuminazione: da grande farò lo stilista!»

Quali sono i tuoi programmi a breve e le tue speranze a lungo termine?
«Vorrei continuare nel mio progetto personale, ma non nego che mi piacerebbe anche una consulenza per una maison importante».

Un consiglio per un giovane che volesse intraprendere la tua stessa strada?
«Essere costante, perseverante e coerente. Oltre al talento serve la tenacia. Ma io non mi ritengo arrivato, anzi... Ho appena iniziato il percorso».

Come scegli i capi con i quali ti vesti?
«I miei must sono i v-neck e la camicia».

Cosa fai nel tempo libero?
«Mi piacerebbe viaggiare, ma spesso manca il tempo. Mi dedico quindi a hobbies più tranquilli: lettura, cinema e musica».

Ultimi libri letti?
«I misteri di Parigi di Eugène Sue e il trattato Moda di Georg Simmel».

E il tuo artista musicale preferito?
«Madonna. Mi piace fin da quando ero ragazzino».

Cosa usi per disegnare le tue collezioni: matita o pc?
«Matita. Uso il computer solo per fare le ricerche e mandare le mail».

Pensi che tecnologia, anche applicata alla comunicazione, possa influenzare la moda?
«Sicuramente, e in modo positivo. Penso alle nuove lavorazioni rese possibili, ad esempio, dall'uso del laser. Per quanto riguarda la comunicazione, anche internet può essere di grande aiuto. E' una vetrina sconfinata: il mio esperimento di vendita su Yoox, ad esempio, ha avuto molto successo e riscontri immediati».

Hai un profilo su Facebook?
«No (ride divertito, NdR)».

articoli precedenti

aggiungi un commento