VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Maxime Simoens

Maxime Simoens, Kaléidoscope. Foto: © Amira Fritz


24.04.2009

Primavera a Hyères

Giunge alla sua ventiquattresima edizione il Festival International de Mode & de Photographie della cittadina provenzale

Di Federico Rocca

VOTA [ 12345 ] (2 voti)
Dal 24 al 27 aprile villa Noailles diventa il fulcro della scena creativa internazionale più fresca ed originale. Punto d'incontro e laboratorio nel quale ipotizzare la moda e la fotografia che saranno.

Come di consueto, cuore pulsante della kermesse sarà il doppio concorso che vede in competizione 10 fashion designer e altrettanti fotografi provenienti dalle scuole di moda e d'arte più prestigiose del mondo.
Giovani talenti in arrivo da Francia, Olanda, Belgio, Germania, Stati Uniti, Svizzera (nessuno - spiace notarlo - dall'Italia) pronti a contendersi i favori delle due prestigiose giurie chiamate a giudicare il loro operato: presieduta da Kris Van Assche quella della categoria Fashion e da Tim Walker quella della sezione Photography.

Una vittoria può significare la svolta per questi creativi: l'albo d'oro del Festival annovera vincitori che oggi sono realtà importanti del fashion system, da Viktor & Rolf a Gaspard Yurkievich, da Felipe Oliveira Baptista a Sandra Backlund (qui l'intervista a Style.it).

Ma Hyères significa anche mostre, incontri, eventi. Nel fitto programma dei 4 giorni della kermesse spiccano la mostra Three Hundred Eleven & Counting di Steven Meisel (qui la Photostory di Vogue Italia di aprile), l'installazione Stylist Meets Artist - Artist Meets Stylist or Flowers and Time di Kris Van Assche e A Shaded View on Fashion Film, festival itinerante di cortometraggi ideato da Diane Pernet.

articoli precedenti

aggiungi un commento