VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Marite Mastina, Rolands Peterkops

Sopra, Rolands Peterkops e Marite Mastina. Sotto, un'uscita della loro sfilata.


29.04.2009

Hyères: and the winner is...

Annunciati i nomi dei vincitori del prestigioso Festival: Marite Mastina e Rolands Peterkops. Ecco il commento dell'unico italiano in giuria, Andrea Panconesi 

Di Federico Rocca

VOTA [ 12345 ] (2 voti)
Si chiamano Marite Mastina e Rolands Peterkops, hanno 26 anni, vengono dalla Lettonia e hanno fondato una linea che si chiama Mareunrol's: sono loro i vincitori del Gran Premio della Giuria nella categoria Fashion della 24° edizione del Festival International de Mode et de Photographie di Hyères.
A loro vanno 15mila euro, ai quali se ne aggiungono altrettanti grazie alla vittoria anche del Prix 1.2.3, che permetterà loro di realizzare una mini collezione per l'omonima marca francese. Lo svizzero Linus Bill si è invece aggiudicato il Gran Premio della Giuria nella categoria Photography.

I due stilisti lettoni hanno presentato una collezione uomo/donna sul tema Private Detective, giocando con gli stereotipi dei film noir: l'investigatore privato con l'impermeabile, la dark lady in abiti sexy, la spia nascosta in un cappotto... Un tocco surreale e divertente è stato apportato dalle enormi parrrucche nere calate in testa a modelle e modelli. A premiare i due giovani designer la giuria presieduta da Kris Van Assche, direttore creativo di Dior Homme.

Tra i membri - unico italiano - anche Andrea Panconesi, titolare della boutique fiorentina Luisa Via Roma.

Che cosa ha colpito la giuria, e lei in particolare, del lavoro dei vincitori?
«La possibilità di comunicare il loro stile e la loro immagine attraverso differenti media, sia a livello reale che a livello virtuale (mediante prodotto, sfilate, video, web ...). Un concetto in linea con la filosofia di luisaviaroma.com (il sito di e-commerce dello store, ndr), che ha come obbiettivo quello di far vivere al consumatore finale un'esperienza multisensoriale».

Non c'erano italiani tra i finalisti. Come se lo spiega?
«Non me lo spiego nemmeno io».

Quale atmosfera ha respirato al Festival?
«Professionale e innovativa».

Come Luisa Via Roma sostiene le nuove leve della creatività?
«Attraverso il progetto Limit.Ed, che consiste nella presentazione di special item in esclusiva mondiale, progetto nato dalla collaborazione tra gli stilisti più importanti a livello internazionale. A partire dalla prossima stagione il progetto verrà ampliato attraverso una nuova sezione dedicata proprio agli stilisti emergenti».

articoli precedenti

aggiungi un commento