VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Mason Jung

Il vincitore, Mason Jung. Foto courtesy ITS Eight


14.07.2009

ITS Eight:
all'insegna dell'uomo

Arriva dalla Corea il designer menswear Mason Jung, vincitore del premio Fashion Collection of the Year di ITS. Giunto alla sua 8° edizione, l'evento-concorso promette novità radicali per il 2010

Di Federico Rocca

VOTA [ 12345 ] (2 voti)
Alle spalle c'è una ricerca che ha scandagliato il lavoro di oltre 1300 studenti provenienti dalle migliori scuole di arte e moda di 19 Paesi in tutto il mondo... e si vede. Non delude la selezione dei 50 finalisti nelle tre categorie (Fashion, Accessori e Fotografia) in cui si articola International Talent Support, il premio organizzato da EVE in partnership con la Diesel di Renzo Rosso.

Sotto il tendone da circo di inizio '900, in cui per una sera si è trasformato il Salone degli Incanti di Trieste, sabbiamo assistito a The Greatest Show of All: in pista idee, passioni, sperimentazioni, azzardi e sorprese.
A colpire la giuria - composta, tra gli altri, da Barbara Franchin, Giampietro Baudo, Kei Kagami e Ugo Cacciatori - sono state, per una volta, soprattutto le proposte dei giovani designer che hanno indagato il campo del menswear.

Ad aggiudicarsi il premio più importante (oltre all'onore, 20mila euro) la collezione Sartorial Burden di Mason Jung. Classe 1977, lo stilista sudcoreano, formatosi al Royal College of Art di Londra, ha rivisitato il classico guardaroba maschile in chiave concettuale e straniante, offrendo uno show davvero già maturo.
Il Diesel Award (ben 50mila euro e un'internship nel team creativo del brand) è andato alla tedesca Alice Knackfuss, che ha fatto sfilare un dandy eccentrico e spiritoso. Premio speciale alla stilista russa Mashla Lamzina: il suo sogno di visitare gli States potrà diventare realtà grazie ai 5mila euro del riconoscimento.
Non si sono aggiudicati premi cash, ma certamente l'attenzione di giornalisti e di addetti ai lavori - e meritano dunque almeno una menzione - l'italiana Karisia Paponi,con una collezione ispirata ai servizi da tè, l'israeliana di origini russe Maria Lavigina, che ha proposto una donna preziosamente piumata, e il tedesco Michael Van Der Ham, con i suoi capi realizzati magistralmente assemblando come puzzle "pezzi" di abiti differenti.
Nella sezione Accessori ha avuto la meglio la britannica Chau Har Lee: la sua minicollezione di scarpe dalle architetture tanto ardite quanto affascinanti ha conquistato la giuria. Design allo stato puro.
Piacevolissime sorprese anche dalla sezione (forse un po' sacrificata) Fotografia. La 28enne finlandese Saana Wang ha vinto il Mini Clubman Photo Award, assegnato dalla giuria presieduta da Ari Marcoupulos. Altri riconoscimenti sono andati a Monica Lozano, Silvia Noferi, Noemi Goudal e Clare Bottomley.

Questo il palmarès dell'edizione 2009. E per il 2010? All'orizzonte si profila una grande svolta...

articoli precedenti

aggiungi un commento