VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Anna Piaggi

Anna Piaggi


10.09.2009

Progetto Dettagli Moda 2009, si premia la creatività

A Moda In-Milano Unica, premiate la creatività di tre giovani studenti del Politecnico e la brillante carriera della giornalista di Vogue Italia Anna Piaggi

Di Maristella Campi

VOTA [ 12345 ] (1 voto)

Anche un impercettibile dettaglio 'fa' la moda e 'fa' moda. Pizzi, bottoni, borchie, zip, stringhe, nastri, fili metallici o di pvc, passamanerie, frange, paillettes, applicazioni e ricami rappresentano il valore aggiunto, dall'alto contenuto tecnico e dalla forza sartoriale, senza il quale sarebbe impossibile costruire un abito.

Questo piccolo-grande 'mondo a parte' è stato celebrato all'ultima edizione di Moda In-Milano Unica, a Fieramilanocity dall'8 all'11 settembre, con due eventi, inseriti all'interno del Progetto Dettagli Moda istituito dalla Federazioine Tessilvari e del Cappello e dal Dipartimento Indaco del Politecnico di Milano, che hanno messo in evidenza l'eccellenza del made in Italy: la premiazione dei tre giovani talenti vincitori della seconda edizione del Premio Fashion Details Award e l'assegnazione del Premio alla Carriera 'Grandi' Dettagli Moda alla giornalista Anna Piaggi.

Per il secondo anno, Fashion Details Awards ha aperto le porte al futuro, investendo su un progetto dal quale potrebbe uscire, come tutti noi auspichiamo, una nuova generazione di stilisti e di designer per una nuova stagione della moda italiana. Il Concorso ha offerto l'opportunità a 20 studenti del Politecnico di Milano di esplorare la strada della sperimentazione, facendoli incontrare con 21 aziende associate alla Federazione Tessilvari al fine di integrare mondo accademico e mondo imprenditoriale, creatività e produttività, stilismo e innovazione, con un unico obiettivo: costruire un abito fatto solo di dettagli. Tra i venti, originali progetti selezionati da una giuria di addetti ai lavori e in mostra durante Moda In-Milano Unica, sono stati premiati per primo l'abito-abitazione "Cutp-Guscio" di Laura Carabba, seguito dal cappotto "My new Folklore" di Francesca Casartelli e, infine, dall'abito-metallico "Éclat" di Violante Cappuccini.

Sempre in tema di 'Grandi' Dettagli Moda, il premio alla carriera è stato attribuito all'estrosa giornalista Anna Piaggi, che dei dettagli ha fatto il punto di partenza dei suoi stravaganti look, segno distintivo della sua creatività artistica, ma anche della sua profonda conoscenza del mondo della moda e della sua capacità di cogliere, interpretare e proporre le tendenze. Giornalista di Vogue Italia, musa di Karl Lagerfeld, moglie del grande fotografo Alfa Castaldi, opinionista e trend-setter, Anna Piaggi ha accolto il premio spiegando che «tutto parte dalla testa, dalla frivolezza, dalla voglia di divertirsi. Ma soprattutto dall'amore per il proprio mestiere». E per dimostrarlo ha indossato un cappellino realizzato per lei dallo stilista Stephen Jones con tutti i materiali messi a disposizione dalle aziende che hanno sponsorizzato gli studenti del Politecnico. Un altro pezzo memorabile da aggiungere alla sua già ricchissima e ricercatissima collezione.

articoli precedenti

aggiungi un commento