VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Dries Van Noten PE 2010

Dries Van Noten PE 2010


27.10.2009

Dries Van Noten: «Etno folk,
purchè contemporaneo»

La Cina, da vivere come un'opportunità. Parigi, una città del cuore. E Milano? Una promessa (forse).

Di Federico Rocca

VOTA [ 12345 ] (7 voti)
Cina: nello show abbiamo visto rimandi alle stampe dell'etnia Miao. Per molti, la Cina sarà la grande potenza del futuro. Cosa ne pensa? E come pensa che la "nostra" moda saprà reagire alla presenza sempre più "invasiva" della Cina?
La Cina è già una grande potenza economica. Come per ogni forza che ha il potenziale di essere rivoluzionariamente costruttiva (o, viceversa, distruttiva), dobbiamo imparare ad accettarla, incanalarla e, se possibile, cavalcarla. In questi casi, bisogna guardare con ottimismo alle nuove opportunità che vengono offerte, piuttosto che ai cambiamenti che vengono imposti.

Giava: nella sua collezione ha usato anche dei batik. Non è facile rendere contemporaneo e moderno l'etnico e il folk, ma lei ci riesce da sempre. Quale è il segreto?
Il batik che ho usato è piuttosto raro, perchè molto colorato, quando di solito questa tecnica utilizza solo quattro o cinque tinte. Avere applicato questa tecnica alla seta le conferisce una dimensione più sofisticata e moderna. Le linee dei capi sono occidentali e femminili. Forse questo è il segreto: stampe tradizionali dal sapore esotico mixate a forme pure e contemporanee.

Parigi: fiore all'occhiello della collezione sono gli accessori gioiello che ricordano la Parigi degli anni '30. Ma tutta la collezione è un omaggio a un tipo di eleganza "rilassata" molto francese. Quali sono i suoi angoli preferiti della Ville Lumière?
Stranamente, per me Parigi non è una città da vedute da cartolina, ma piuttosto uno spirito, una moltitudine di bellissimi scorci di strade, terrazze, caffè... Ho molti "angoli preferiti" a Parigi, così come ad Anversa, Milano, Venezia, New York e Londra. Amo le città che sanno rimanere se stesse e resistere all'onda dell'"armonizzazione internazionale". Amo lo spirito dell'individuo, urbano o umano che sia...

Milano... Per la verità Milano è dove siamo noi. Quando Dries Van Noten sarà presente nella capitale della moda italiana, con un negozio, una sfilata...?
Ogni cosa a suo tempo. Noi siete forse voi italiani a dire "chi va piano, va sano e va lontano"?

articoli precedenti