VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Laura Pausini, foto © kikapress


Laura Pausini: «Io canto perché amo»

Mentre esce il suo nuovo disco, la cantante per la prima volta parla apertamente della sua relazione. E dice: «Sono innamorata, io e il mio fidanzato viviamo insieme e siamo felici, molto felici»

di Enrica Brocardo da Vanity Fair n. 46/2006

VOTA [ 12345 ] (37 voti)
Mi sono seduta e gli ho detto: mi sono innamorata di te». Così è iniziata per Laura Pausini una relazione che, viste le circostanze (la presenza di una moglie e di tre figli del nuovo compagno, il chitarrista Paolo Carta), avrebbe potuto spaventarla. Ora, mentre esce con il suo nuovo disco, ne parla per la prima volta con Vanity Fair che le dedica la copertina - in edicola dal 16 novembre.

Non ha mai voluto rispondere alle voci sul vostro conto, eppure l'avranno ferita.
«Il mio mestiere mi costringe spesso a leggere cose che possono ferirmi, ma ho imparato a valutare quali sono importanti e quali no. Per quanto riguarda la mia sfera privata, sono serena: le persone che ne fanno parte hanno sempre saputo quello che faccio e che penso, perchè non so vivere di segreti e sotterfugi. Si è cercato lo scandalo, sono stati dati giudizi negativi, quando la realtà era diversa».

Più concretamente?
«quando è cominciata la nostra relazione, Paolo, di fatto, considerava il suo matrimonio già finito».

Si è posta il problema di cosa avrebbe significato una storia con un uomo che aveva già una famiglia alle spalle?
«Probabilmente se mi fosse capitato un po' di anni fa mi sarei detta: "Laura, lascia perdere, trovatene un altro". Ma sarebbe stato un ragionamento immaturo perchè l'amore non si calcola. Adesso mi sento abbastanza matura e consapevole per una storia come questa. So che amarlo vuol dire imparare ad amare anche le persone che lui ama. Siamo nel 2006 e, per fortuna, le persone hanno il diritto di ricominciare, anche dopo una storia importante che è stata e sempre sarà nel cuore. Di Paolo amo il rispetto e l'affetto che riserva alla madre dei suoi figli».

articoli precedenti

aggiungi un commento